Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Mobilità

Erasmus+ ai fini di Traineeship

Il programma Erasmus+ ai fini di Traineeship consente a studenti, dottorandi, specializzandi e neolaureati (questi ultimi a condizione che siano selezionati attraverso il bando prima del conseguimento del titolo) lo svolgimento di tirocini curriculari, volontari e post-lauream presso aziende, enti pubblici, istituti di ricerca, fondazioni, ONG, scuole e università situati in un Paese europeo aderente al Programma.

L’offerta di mobilità Erasmus+ ai fini di traineeship si articola nella pubblicazione annuale di un bando di selezione. Oltre al bando di Ateneo, gli iscritti Unipa possono partecipare ai bandi di selezione per Erasmus+ per traineeship emanati in seno al Consorzio Send e al Consorzio Arces di cui Unipa è membro, unitamente ad altri atenei italiani.

Come partecipare

Per partecipare al bando di selezione di Ateneo per la mobilità Erasmus+ per traineeship è necessario scaricare l’apposito modello di domanda allegato al bando, individuando il modello corrispondente alla tipologia del proprio corso di studio (all.ti nn.2a, 2b, 2c). La candidatura deve contenere l’Acceptance Letter firmata dall’impresa/ente ospitante il tirocinio (all.to n.1) e deve essere inviata tramite e-mail all’indirizzo indicato nel bando.

Visualizza il Bando e Graduatorie

Destinazioni

L’Erasmus+ Traineeship non prevede destinazioni stabilite da bando. L’ente ospitante lo svolgimento del tirocinio deve essere individuato autonomamente dal candidato. Nel bando trovi l’indicazione specifica degli enti considerati ammissibili.

L’individuazione dell’ente ospitante può avvenire, oltre che dietro suggerimento di un docente, tramite:

- registrazione presso la piattaforma gratuita www.erasmusintern.org, sponsorizzata dall’Agenzia Nazionale Erasmus+ Indire

- registrazione presso la piattaforma comunitaria Drop’pin@EURES https://ec.europa.eu/eures/public/it/help-and-support/opportunities.

Prima della Mobilità

Dopo la pubblicazione della graduatoria, lo studente "vincitore", prima della partenza, è tenuto a sottoscrivere l’Accordo di mobilità Istituto – Studente. L'Accordo stabilisce le date definitive iniziali e finali del tirocinio da svolgere all’estero e regola i rapporti tra l’Università e lo studente "vincitore" nella gestione di tutti gli aspetti correlati alla mobilità, compresa l’erogazione del contributo finanziario.

La stipula del contratto avviene in via telematica attraverso l’utilizzo esclusivo della casella di posta elettronica istituzionale dello studente “vincitore” usernamestudente@community.unipa.it

Per procedere alla sottoscrizione del contratto e dare quindi effettivo inizio alla mobilità è necessario che lo studente “vincitore”,

1. effettui l’accesso al Corso di lingua Erasmus+ OLS, secondo le indicazioni fornite;

2. compili e trasmetta nelle modalità indicate il LAT (Learning Agreement for traineeship ) allegato al bando.

Il Learning Agreement for Traineeship contiene il progetto formativo del tirocinio e viene compilato insieme al tutor aziendale nella sezione "before the mobility", deve riportare la firma dello studente “vincitore”, nonchè la firma e il timbro dell’ente/azienda ospitante. Il LAT deve essere infine, firmato e approvato dal Coordinatore del Corso di Studi e ratificato in seduta di Consiglio di Corso di Studi.


Copertura sanitaria e assicurativa di Ateneo

Gli studenti destinatari di posti di mobilità sono assicurati, durante lo svolgimento delle rispettive attività istituzionali, per i seguenti rischi:

  •             infortuni
  •             responsabilità civile verso terzi

Per la copertura sanitaria non è necessario nessun adempimento se si è in possesso della Tessera Sanitaria - Carta Regionale dei Servizi, rilasciata dall'Agenzia delle Entrate.

In caso contrario, una volta sottoscritto il Contratto, lo studente deve recarsi presso l’ASP di pertinenza, per farsi rilasciare il modello sostitutivo della Tessera Sanitaria - Carta Regionale dei Servizi.

Tuttavia, la copertura della Tessera Sanitaria - Carta Regionale dei Servizi può non essere sufficiente, soprattutto in caso di rimpatrio o di uno specifico intervento medico. Va ricordato infatti che la Tessera sanitaria TEAM (Tessera Europea Assicurazione Malattia) copre il trattamento ed il ricovero di pronto soccorso e NON le normali visite o cure mediche.

Si raccomanda di accertare se sia richiesto dall’Università partner o comunque opportuno, in funzione del Paese di destinazione, effettuare una assicurazione aggiuntiva privata per assistenza sanitaria e rimpatrio.

Per maggiori informazioni al riguardo si consiglia di consultare la propria ASP o il sito del Ministero della Salute: www.ministerosalute.it/ (Aree tematiche "salute e cittadino"; assistenza italiani all'estero e stranieri in Italia).

L'Ateneo ha in corso le seguenti polizze assicurative in favore dei prorpi studenti regolarmente iscritti:

  • La Polizza per Responsabilità Civile verso Terzi, stipulata con la Reale Mutua Assicurazioni, copre eventuali danni corporali e materiali involontariamente cagionati dall'Assicurato a terzi, non copre i danni direttamente o indirettamente derivanti da attività medico-sanitarie. La Polizza RCT non ha validità per Stati Uniti e Canada.
  • La Polizza Infortuni, stipulata con la compagnia Allianz S.p.A, non ha limiti territoriali e copre gli infortuni che gli assicurati dovessero subire nello svolgimento delle attività universitarie durante la loro permanenza nell'ambito dei locali dell'Università.

Tutte le Polizze sono riproposte senza soluzione di continuità.

Le condizioni Assicurative sono consultabili sul Portale d’Ateneo – Area Patrimoniale e Negoziale – UO – Polizze e denunce assicurative

Durante la mobilità

L’attività di tirocinio all’estero, deve essere svolta, in modo continuativo, per un periodo minimo di due mesi, nell’arco di tempo individuato dal bando e per la durata indicata nel contratto di mobilità. In nessun caso sono considerati validi periodi di mobilità di durata inferiore.

L'interruzione del periodo di mobilità prima dei due mesi (60 giorni continuativi), anche per gravi motivi, comporta l'annullamento dello Status di Studente Erasmus e la restituzione dell'intero ammontare del contributo economico percepito.


Prolungamento

La richiesta di prolungamento del soggiorno può essere autorizzate via e-mail ( tirocini.erasmus@unipa.it )al massimo 1 mese prima della fine prevista della mobilità, deve riportare il nulla osta dell'ente ospitante e la firma del Coordinatore del Corso di Studi.

Il prolungamento del soggiorno non comporta automaticamente l’aumento dell’importo della borsa di studio Erasmus, che dipende dalla disponibilità dei fondi di Ateneo.

Per i periodi di prolungamento autorizzati non è corrisposta alcuna integrazione economica, ma lo studente continua a godere dello status di "studente Erasmus".

Ai sensi del vigente regolamento di Ateneo, durante la mobilità Erasmus+ per traineeship non è consentito lo svolgimento di esami di profitto.

Al termine della mobilità

Al termine del tirocinio l’ente/azienda ospitante compila e invia all’indirizzo e-mail tirocini.erasmus@unipa.it il Traineeship Certificate contenente la descrizione dell’esperienza lavorativa svolta dal tirocinante in accordo al LAT preventivamente approvato.

L’Erasmus+ for Traineeship può costituire a tutti gli effetti tirocinio curriculare, volontario oppure post–lauream. Il riconoscimento avviene secondo quanto previsto dai regolamenti didattici dei diversi Corsi di studio, sulla base del Learning Agreement for Traineeship.

Il Learning Agreement for Traineeship, preventivamente approvato dal Coordinatore del corso di studio, garantisce la coerenza del tirocinio programmato con gli obiettivi formativi del corso di studio dello studente e, se previsto, il riconoscimento del tirocinio in termini di CFU. Se il tirocinio non fa parte del piano di studi dello studente potrà comunque essere trascritto tra le attività svolte nel Diploma Supplement, facendone apposita richiesta secondo le modalità previste dall’Ateneo.


Procedura di restituzione del contributo

Agli studenti che avranno effettuato una mobilità di durata inferiore a quanto previsto dall’accordo di mobilità verrà inviata una comunicazione ufficiale con la richiesta della restituzione del finanziamento già percepito e non dovuto. Nel caso di una mobilità non corrispondente ad un numero intero di mensilità il contributo dei giorni residui verrà calcolato moltiplicando il numero di giorni per 1/30 del contributo mensile spettante.