Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Mobilità

Docenza all’estero Erasmus+ intra EU

Erasmus+ Azione chiave 1 - Mobilità dei docenti per attività di docenza

Le mobilità sono assegnate per effettuare un periodo di docenza all'estero nell'ambito di un programma di mobilità concordato tra Istituti ai quali è stata accordata la Carta Universitaria Erasmus (ECHE) e con i quali l'Università DEGLI Studi di Palermo ha stipulato un accordo Erasmus+.

Visualizza il Bando Docenza Erasmus+

Chi può candidarsi

Al bando Erasmus+ STA possono partecipare le seguenti categorie di docenti:


• professori ordinari e straordinari;
• professori associati;
• professori a contratto;
• ricercatori a tempo determinato e indeterminato.


Si ricorda che il docente è tenuto ad avere un contratto attivo con l'Università degli Studi di Palermo nel periodo in cui sarà effettuata la Staff mobility for Teaching.


Il docente dovrà presentare la candidatura seguendo le istruzioni indicate nel bando.


Come partecipare

I docenti entro le scadenze riportate nel bando dovranno:

  1. compilare il form di candidatura allegato al bando.
  2. inviare il Teaching Agreement, il programma di docenza da svolgere all'estero, concordato con l’istituto di destinazione e completo di tutte le firme.

Il docente dovrà presentare la candidatura seguendo le istruzioni indicate nel bando.

Durata dellla mobilità ed assegnazione del contributo

La durata della mobilità può variare da un minimo di 2 giorni lavorativi consecutivi (esclusi i giorni di viaggio) ad un massimo di due mesi, fermo restando che saranno coperti da contributo solo i periodi di mobilità fino ad un massimo di 7 giorni (5 gg. soggiorno + 2 gg. viaggio, da intendersi uno per l’andata e uno per il ritorno) indipendentemente dalla durata della missione.

E’ obbligo impartire almeno 8 ore di docenza per settimana (o per periodo di soggiorno, se più breve).
Per mobilità di durata superiore alla settimana il numero di ore di docenza deve essere incrementato in proporzione.

La mobilità deve essere conclusa entro il 30 settembre dell’anno accademico di riferimento.

Le candidature saranno esaminate da apposita Commissione di selezione nominata con Decreto Rettorale.

Il contributo è determinato sulla base dei criteri riportati sul bando in relazione alla destinazione e alla durata del soggiorno.

I criteri di valutazione della candidature sono definiti nel bando.

Sulla base delle istanze pervenute e in applicazione dei parametri previsti dal bando di selezione, verrà stilata una graduatoria dei docenti vincitori che potranno beneficiare del contributo di mobilità e una lista di docenti idonei che potranno svolgere la mobilità a spese proprie o con fondi messi a disposizione dalla struttura di appartenenza.