Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Architettura

Presentazione libro

26-feb-2020

Invito al dibattito intitolato “Folli del diverso presente” in occasione della presentazione dell’ultimo libro di Maurizio Carta "Futuro. Politiche per un diverso presente”

venerdì 28 febbraio 2020 - ore 18

Invito

Lo Stand Florio ha il piacere di ospitare, venerdì 28 febbraio alle ore 18, il dibattito intitolato “Folli del diverso presente” in occasione della presentazione dell’ultimo libro di Maurizio Carta "Futuro. Politiche per un diverso presente” (Rubbettino).
Dialogheranno insieme all’autore alcuni tra i principali protagonisti della rinascita della costa di Palermo: Cristina Alga (Ecomuseo Urbano Mare Memoria Viva), Giovanni Colletti (Pro Loco Romagnolo), Tiziano Di Cara (Nautoscopio Arte), Marco Giammona (Palazzo Butera - Cantiere aperto), Daniele Giliberti (Parco della Salute Palermo), Pasqualino Monti (Autorità Portuale di Palermo), Antonio Ticali (Loggiato San Bartolomeo), Giuseppe Vajana (Stand Florio).
«“Il miglior modo di prevedere il futuro è progettarlo, insieme”: questa convinzione attraversa tutto il libro come un filo rosso per non perdersi nella metamorfosi del mondo che stiamo attraversando. Il mio è un libro – sottolinea Maurizio Carta - che parla della necessità di avere una visione del futuro e del coraggio per attuarla a partire dal diverso presente. Per questo sono felice di discutere del libro con i “folli del diverso presente”, amici che in anni complessi, in situazioni difficili, hanno deciso di non accontentarsi di attendere un fato propizio per Palermo ma di combattere per il cambiamento a partire da alcuni luoghi lungo la costa che oggi sono una ghirlanda brillante di futuro”.
L’invito del prof. Carta è stato accolto da alcuni dei principali rappresentanti del cambiamento sulla costa di Palermo: Cristina Alga, Giovanni Colletti, Tiziano Di Cara, Marco Giammona, Daniele Giliberti, Pasqualino Monti e Antonio Ticali racconteranno le difficoltà, le soddisfazioni e le ambizioni di progetti culturali diversi ma con comune denominatore: aver investito su Palermo e sulle sue potenzialità. A rappresentare lo Stand Florio, che ancora una volta diventa contenitore di idee e scambi, sarà l’architetto Giuseppe Vajana che ha progettato i lavori di ristrutturazione dello spazio.
A seguire sarà possibile fermarsi nell’area bar per un drink.