Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Scienze Politiche e delle relazioni internazionali

Placement


ll Servizio di Placement del Dipartimento di Scienze politiche e delle Relazioni internazionali (www.placementdems.unipa.it) è articolato nelle sezioni di Consulenza, Formazione e Gestione Banche Dati.

SEZIONE 1: La consulenza prevede la realizzazione di due distinte attività:

ATT 1: Il Piano di Azione Individuale (PAI).
E' lo strumento attraverso il quale l’utente, insieme agli operatori del Servizio di Placement del Dipartimento di Scienze politiche e delle Relazioni internazionali, definisce una personale strategia – intesa come un complesso programma di attività tra loro funzionalmente interconnesse – finalizzata al raggiungimento dei propri obiettivi d’inserimento professionale. Il PAI comprenderà un progetto d’inserimento professionale e un progetto formativo a esso collegato.
Il progetto d’inserimento professionale conterrà l’elenco delle attività nelle quali sarà coinvolto l’utente, l’elenco delle attività che dovrà svolgere il consulente a lui assegnato dal Servizio e le procedure di monitoraggio in itinere che ex-post dello stesso.
Il progetto formativo includerà tutti gli elementi essenziali del percorso di apprendimento (obiettivi, strategie e risorse, sistema di verifica, ecc.), l’individuazione di soluzioni concernenti la gestione di eventuali ostacoli alla partecipazione alle attività formative e, infine, sarà soggetto a un costante monitoraggio in modo da poter essere opportunamente modificato e/o integrato in itinere.

ATT 2: Il bilancio di competenze.
Ha l'obiettivo di individuare e certificare le competenze di un professionista, al fine di facilitare la gestione del processo di ricerca attiva del lavoro. Tale attività si articola in 4 principali fasi di seguito descritte dettagliatamente.

  • Fase 1: Accoglienza, Informazione e Orientamento: in questa fase si stabilisce un primo contatto con il laureato, durante la quale gli verranno fornite le informazioni circa le modalità, finalità e attività del bilancio.
  • Fase 2: Identificazione e Formalizzazione delle competenze: è finalizzata a individuare e definire formalmente le competenze che saranno oggetto di valutazione.
  • Fase 3: Valutazione delle Competenze: consiste nella verifica delle competenze documentali dichiarate e delle competenze che verranno valutate attraverso il processo di “assessment”.
  • Fase 4: Validazione e Rilascio della Dichiarazione delle Competenze: consiste nella validazione delle competenze precedentemente esplorate e valutate.

Il bilancio di competenze viene generalmente programmato nell’ambito della definizione del Piano d’Azione Individuale. È tuttavia possibile richiedere un bilancio delle proprie competenze anche indipendentemente dalla stesura del Piano d’Azione Individuale, specialmente quando l'utente da coinvolgere è un professionista laureato da diversi anni, che ha quindi già cumulato diverse esperienze lavorative e che avverte la necessità di certificare e valorizzare le sue competenze per incrementare la propria competitività nel mercato del lavoro.





SEZIONE 2: La formazione prevede la realizzazione di quattro distinte attività:

ATT 3: Il Mercato del Lavoro:
l Servizio Placement del Dipartimento di Scienze politiche e delle Relazioni internazionali pone in essere diverse iniziative allo scopo di aiutare l’Utente a conoscere - in modo dettagliato e puntuale - le caratteristiche e le dinamiche del mercato del lavoro locale, nazionale e internazionale. Più in particolare, verranno periodicamente organizzati degli incontri con aziende e professionisti per far conoscere gli ambiti professionali e lavorativi richiesti, nonché i criteri di selezione più comunemente utilizzati.

 

ATT 4: La Ricerca Attiva del Lavoro
L’efficace ricerca attiva del lavoro presuppone il possesso di specifiche competenze utili ai fini dell’efficace inserimento nel mondo del lavoro. Sono tenute da professionisti della formazione e recruiter di aziende che operano a livello locale, nazionale e internazionale.
Nello specifico, i partecipanti saranno impegnati nella simulazione di alcune attività del processo di selezione del personale, articolate nelle seguenti tre aree:

  • AREA 1: ADOTTARE UN APPROCCIO STRATEGICO PER LA RICERCA DEL LAVORO
    • Attività 1 – Strategia e organizzazione della ricerca del lavoro: come rendere efficace ed efficiente la propria ricerca del lavoro
  • AREA 2: UTILIZZARE GLI STRUMENTI DI RICERCA DEL LAVORO
    • Attività 2 – Il CV come strumento di marketing: come redigere al meglio il proprio CV e la lettera motivazionale.
    • Attività 3 – Il sito personale, il video curriculum e lo storytelling: come promuovere il proprio profilo professionale in modo innovativo.
    • Attività 4 – My Personal Branding: come valorizzare e rendere più accattivante il proprio profilo sul web.
    • Attività 5 – Il Networking: come gestire il processo che permette di estendere le proprie relazioni.
  • AREA 3: CONOSCERE IL PROCESSO DI SELEZIONE DEL PERSONALE
    • Attività 6 – Il colloquio individuale: come gestire un colloquio individuale.
    • Attività 7 – Le prove di gruppo: come gestire una prova di gruppo con altri 8/10 candidati.
    • Attività 8 – I test di abilità, personalità, interesse e motivazione: come rendere al massimo nelle prove psicometriche

ATT 5. valorizzazione economica dei risultati della ricerca scientifica
Il servizio di Placement del Dipartimento di Scienze politiche e delle Relazioni internazionali, attraverso la collaborazione con l’Industrial Liaison Office dell’Università di Palermo, organizza dei corsi sulla gestione e valorizzazione economica dei risultati della ricerca scientifica (trasferimento tecnologico) rivolti a laureati, dottori di ricerca e ricercatori.
Tutto ciò nella consapevolezza che il trasferimento della conoscenza nel contesto produttivo e sociale di un territorio è uno dei compiti istituzionali di un Dipartimento universitario.
Il termine “trasferimento tecnologico” identifica la valorizzazione in chiave economica del trasferimento di tale conoscenza e il termine “tecnologico” non deve essere adottato nella sua definizione semantica che definisce sistemi di realizzazione tipici della produzione industriale. La valorizzazione economica della conoscenza può attuarsi in varie forme e certamente riguardare ambiti anche diversi da quello della produzione industriale. Sebbene il termine “trasferimento tecnologico” sia ormai ampiamente in uso, esso deve essere inteso nel senso ben più ampio di “valorizzazione economica dei prodotti della ricerca” e avere un ambito di applicazione nel settore dei servizi, beni e procedure di natura diversa aventi un impatto sul contesto sociale ed economico del territorio considerato.
In ragione di ciò, il Servizio di Placement del Dipartimento di Scienze politiche e delle Relazioni internazionali promuove il “trasferimento tecnologico” cercando di stimolare la valorizzazione dei risultati della ricerca dei suoi allievi mediante la protezione della proprietà intellettuale (brevetti).

ATT 6. Supporto all'imprenditorialità
l Servizio di Placement del Dipartimento di Scienze politiche e delle Relazioni internazionali promuove la costituzione di attività imprenditoriali, in collaborazione con l’Incubatore d’Impresa (ARCA) al fine di favorire la creazione di spin-off accademici o universitari.
Il servizio assicura l’erogazione di consulenze individuali per assistere gli Utenti nelle fasi di costituzione e sviluppo di start-up e spin-off universitari e accademici (idea imprenditoriale, individuazione delle opportunità, studio di fattibilità, ecc.).
Il servizio organizza anche dei colloqui individuali di orientamento all’autoimprenditorialità, rivolti agli studenti che intendono valutare la possibilità di avvio di un’attività imprenditoriale o di una libera professione.
Il servizio organizza infine dei workshop sul tema della creazione d’impresa e sull’autoimprenditorialità, per stimolare i laureati a valutare la possibilità di avvio di un’attività imprenditoriale in forma autonoma o associata.

ATT 7. Tirocini
Il Servizio di Placement del Dipartimento di Scienze politiche e delle Relazioni internazionali supporta i suoi allievi nella progettazione, realizzazione e monitoraggio dei tirocini.

 


SEZIONE 3: La Banca Dati prevede il collegamento con le principali banche dati italiane e straniere in materia di supporto all'inserimento occupazionale e la gestione delle Banche Dati interne del Servizio di Placement del Dipartimento di Scienze politiche e delle Relazioni internazionali.