Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

2039 - LINGUE MODERNE E TRADUZIONE PER LE RELAZIONI INTERNAZIONALI

Presentazione

Obiettivi Formativi

Obiettivi specifici: A conclusione del corso di Laurea Magistrale i laureati dovranno: - possedere una competenza avanzata in due lingue, oltre l'italiano, con piena consapevolezza delle variazioni dovute al contesto sociolinguistico, internazionale e multimediale in cui si svolge l'attivita' linguistica, e alle abilita' recettive e produttive dei parlanti coinvolti; - conoscere la cultura del paese di cui si studia la lingua, nelle dimensioni storico-geografiche, economico-sociali e politiche in modo da utilizzarle nella prospettiva della comunicazione internazionale; - possedere solide conoscenze dei metodi e degli strumenti di analisi e riflessione teorica sulle lingue, e della linguistica applicata nelle sue estensioni; - possedere solida esperienza delle forme della comunicazione anche via web (siti, blog, piattaforme e simili) e riportarla nelle competenze linguistiche e nelle loro estrinsecazioni professionali; - avere conseguito consapevolezza dei principi cognitivi e psicosociali del multilinguismo e del multiculturalismo, come anche delle attivita' fondamentali che li caratterizzano, con particolare attenzione alle varieta' dei processi traduttivi che stanno alla base delle attivita' e delle professionalita' legate alle professioni linguistiche; - possedere una competenza nel linguaggio specialistico ed in particolare nel linguaggio specialistico della traduzione audiovisiva da alcune specifiche lingue verso l'italiano; - avere conseguito conoscenze nelle discipline di base delle scienze sociali, economiche e giuridiche. Il percorso formativo si articola in diverse aree di apprendimento, in relazione agli obiettivi formativi specifici. Nelliambito delliarea "Linguistica delle lingue straniere", il Corso offre una solida formazione sia linguistica sia metalinguistica, con approfondimenti nei diversi livelli e registri di comunicazione orale e scritta, nonchE' nel lessico specialistico e nei linguaggi settoriali (L-Lin/04, L-Lin/07, L-Lin/12, L-Lin/14, L-Lin/21, L-OR/12, L-OR/21). Liarea denominata "Linguistica" comprende insegnamenti finalizzati alliacquisizione di competenze glottologiche, socio-linguistiche e traduttologiche, includendo lo studio dei sistemi fonologici, morfo-sintattici e lessicologici, nonchE' degli aspetti teorici e metodologici del processo traduttivo, anche con riferimento alliuso degli strumenti informatici (L-Lin/01, L-Fil-Let/12, L-Lin-02). Liarea "Umanistica" riunisce insegnamenti di ambito storico-culturale e di critica letteraria (L-Lin/03, L-Lin/05, L-Lin/10, L-Lin/13, L-Fil-Let/10, L-Fil-Let/11, L-Fil-Let/14, M-Sto/01, M-Fil/08, L-OR/10). Liarea "Giuridica" e' rappresentata da insegnamenti volti a fornire ai laureati competenze fondamentali di diritto internazionale e che attengono alle analisi comparative di istituti e norme appartenenti a ordinamenti giuridici di diversi paesi (IUS/02, IUS/13). Il piano di studi prevede inoltre un periodo obbligatorio di tirocinio da svolgersi presso enti pubblici o privati, in Italia o alliestero, che consenta di applicare, integrare e sperimentare le conoscenze e competenze acquisite alliinterno di un contesto lavorativo reale.

Sbocchi Occupazionali

Profilo: Traduttore e interprete di collegamento e di trattativa/ Mediatore linguistico - Traduttore di alto livello in ambito letterario, audiovisivo e specializzato Funzioni: L'interprete di collegamento e/o il mediatore linguistico e culturale svolge mansioni di elevata responsabilita' nei rapporti interculturali fra privati, organismi pubblici e nelliambito delle relazioni internazionali. PuU' rivestire ruoli di coordinamento presso aziende pubbliche e private, la pubblica amministrazione, le strutture del volontariato, gli enti locali, nonchE' nella direzione di organizzazioni internazionali, di settori della cooperazione e degli aiuti allo sviluppo. Inoltre e' in grado di inserirsi in contesti professionali con funzione di esperto delliintegrazione economica, sociale e culturale, ma anche in campo medico, giuridico, amministrativo e turistico. PuU' svolgere funzioni di consulente specializzato nelliambito della legislazione linguistica delliUnione Europea. Il traduttore letterario svolge funzioni di produttore e revisore di testi in diverse lingue straniere come free lance o presso case editrici, istituzioni pubbliche e private, fondazioni, teatri. E' in grado di provvedere alla redazione di testi, anche tecnico-scientifici, saggistici, giornalistici, nelle due lingue straniere studiate e in italiano, garantendo uniaccurata scelta terminologica e liappropriatezza delle scelte linguistiche rispetto ai generi testuali. Il traduttore audiovisivo (o multimediale) si occupa della trasposizione linguistica di dialoghi originali di prodotti audiovisivi, che si avvalgono della comunicazione simultanea attraverso il canale acustico e quello visivo. Compito del traduttore audiovisivo e' inoltre quello di operare una modalita' di trasferimento e adattamento linguistico in una dimensione multisemiotica che comprende diverse tipologie comunicative (sonora, grafica, gestuale), spaziando dal doppiaggio alla descrizione audiovisiva per ciechi e sordi. Il traduttore specializzato svolge le proprie mansioni in molteplici e specifici ambiti di applicazione, dalle industrie creative e di produzione culturale alle aziende turistiche, pubblicitarie, nel marketing, nella traduzione museale, nella traduzione del linguaggio medico, nonchE' di quello giuridico-amministrativo e socio-economico. Competenze: Grazie alliofferta formativa erogata dal Corso di Studi (puntualmente descritta nei quadri della sezione A4), modulabile nella fruizione a seconda degli specifici interessi professionali, gli studenti acquisiranno le competenze associate alle funzioni professionali sopra indicate. In particolare: Per quel che attiene al profilo di interprete di collegamento e/o di mediatore linguistico e culturale, alla fine del percorso di studi il laureato magistrale, oltre alla sicura padronanza di almeno due lingue straniere, sia sul piano della comunicazione scritta sia di quella orale, avra' acquisito le seguenti competenze: - competenze interdisciplinari di carattere giuridico internazionale ed economico-politico, nonchE' conoscenze nell'ambito della sociologia della cultura, della storia e della letteratura relative alle aree linguistiche studiate ed e' in grado di applicare tali competenze al fine di relazionarsi in contesti eterogenei e multiculturali; - competenze linguistiche, teoriche e pratiche (sia nelle lingue straniere, sia in italiano) che consentano uniefficace decodifica e produzione di testi specialistici di varia natura per la comunicazione internazionale; - abilita' specifiche nel campo della scrittura per il web (nelle due lingue straniere e in italiano), nella gestione dei contenuti e nelle dinamiche della rete, in ambito aziendale, associativo e delle istituzioni; - capacita' di selezionare e utilizzare le strategie linguistico-testuali e traduttive piu' appropriate per lo svolgimento del lavoro assegnato. Per quanto riguarda la professione del traduttore letterario, il laureato avra' acquisito in particolare: - conoscenze e competenze linguistiche avanzate; - conoscenze approfondite delle culture e delle civilta' delle lingue da e verso cui traduce, cosi' come una solida competenza letteraria; - capacita' di analisi del discorso e delle principali caratteristiche e differenze del codice parlato e del codice scritto (sia in italiano sia nelle due lingue studiate), che consentano di analizzare e interpretare gli elementi di una comunicazione, nonchE' di poter provvedere alla trascrizione di testi; - competenze informatiche, anche applicate alle ricerche terminologiche e lessicografiche necessarie per la traduzione di testi di varia natura; - competenze informatiche, anche applicate alla comunicazione interlinguistica e interculturale, nonchE' alle tecniche di traduzione automatica ed assistita, tali da poter impostare e realizzare un progetto di traduzione mediante liuso di database terminologici e diverse tipologie di dizionari e corpora elettronici; - competenze informatiche e tecniche per la ricerca, verifica e rielaborazione delle fonti e per produrre contenuti originali e mirati al pubblico di riferimento. Per quel che attiene alla figura del traduttore audiovisivo (o multimediale), il laureato magistrale, a conclusione del suo percorso di studi, avra' acquisito: - competenza specialistica della lingua e della cultura in arrivo ed in partenza; - conoscenza degli strumenti tecnici e metodologici adeguati a svolgere la sua funzione. Sara' inoltre in grado di: - applicare le strategie di traduzione audiovisiva che consentano di restituire parallelamente il senso degli elementi verbali nonchE' quello degli elementi non verbali; - di padroneggiare le differenti tipologie di trasferimento linguistico audiovisivo (in particolare la sottotitolazione interlinguistica, il doppiaggio, il commento libero, la sottotitolazione intralinguistica per sordi italiani e inglesi, la descrizione audiovisiva). La figura del traduttore specializzato deve possedere competenze linguistiche e traduttologiche in svariati settori di intervento. Il laureato magistrale, in particolare, avra' acquisito nel suo percorso di studi le seguenti competenze: - conoscenza dei tecnicismi linguistici e retorici che lo rendono capace di essere un transcreatore di testi pubblicitari; - competenze linguistiche, informatiche e tecniche per la traduzione di siti web del settore turistico; - competenze linguistiche e culturali negli allestimenti dei siti museali ed espositivi; - competenze linguistiche e tecniche per la traduzione di testi medici; - competenze linguistiche di natura lessicale e morfosintattica volte alla traduzione e interpretazione di testi giuridico-amministrativi. Sbocchi: - Organizzazioni nazionali, internazionali e onlus, anche non-governative (ad esempio nell'ambito della cooperazione internazionale e degli aiuti allo sviluppo e delle politiche di integrazione sociale e culturale) - Enti e istituzioni pubbliche e del terzo settore - Settori amministrativi-organizzativi e di pubbliche relazioni presso aziende private (ad esempio aziende specializzate nell'organizzazione di eventi nazionali e internazionali, industria editoriale e della comunicazione, pubblicita) - Agenzie di traduzione - Agenzie di sottotitolaggio

Caratteristiche della Prova Finale

La Laurea Magistrale in "Lingue moderne e traduzione per le relazioni internazionali" si consegue previo superamento di una prova finale, che consiste nella presentazione e discussione di una tesi elaborata in forma originale dallo studente sotto la guida di un relatore, nell'ambito di uno dei settori scientifico-disciplinari presenti nell'ordinamento del Corso di Studi, per il quale sono previsti insegnamenti nel regolamento dello stesso Corso di Studi e nel quale lo studente ha conseguito crediti. Le modalita' per la determinazione e la preparazione dell'argomento della tesi nonchE' per la scelta del relatore sono fissate nel Regolamento del Corso di Studi.