Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

2235 - STATISTICA E DATA SCIENCE

PISTA - Punto di Informazione STAtistica rivolto ad utenti pubblici e privati che manifestano esigenze di consulenza di tipo statistico

Dall'anno accademico 14/15 il Consiglio Interclasse dei Corsi di Studio in “Statistica per l’Analisi dei Dati” e magistrale in “Scienze Statistiche” ha costituito un punto di informazione statistica rivolto ad utenti pubblici e privati che manifestano esigenze di consulenza di tipo statistico.

Queste attività – offerte gratuitamente – verranno svolte dagli studenti dei due Corsi di Laurea con la supervisione dei docenti. Lo scopo di questa iniziativa, già presente in diverse università straniere, è quello di avvicinare la Statistica al mondo del lavoro e di permettere agli studenti un contatto diretto con la potenziale domanda.

I soggetti esterni interessati ad avvalersi del servizio di consulenza possono rivolgersi a statistica@unipa.it

 

Gli attori di tali tecniche di consulenza statistica sono tre: gli studenti/consulenti, il supervisore (un professore o un ricercatore del CdS), il cliente/utente destinatario della consulenza.

I clienti/utenti potranno essere associazioni di categoria, utenti privati, o aziende private e pubbliche in ogni settore di attività.

Al fine di rendere uniforme l'attribuzione dei CFU, si raccomanda di attenersi a queste regole:

- gruppi consulenti composti da 3 a 5 studenti;

- almeno 2 incontri in cui siano presenti contemporaneamente gli studenti, il cliente e il supervisore;

- almeno 3 incontri (anche telematici) tra gli studenti e i clienti.

 

In particolare, l'attività di consulenza è così organizzata:


1) in una prima fase occorre definire l’oggetto di analisi e prospettare in via preliminare potenziali soluzioni ad utenti che manifestano specifiche esigenze di intervento in ambito statistico oppure acquisire conoscenze sull’attività svolta dall’utente e suggerire possibili analisi statistiche di supporto a tale attività;

2) in una seconda fase, gli studenti approfondiranno l’oggetto di analisi con i docenti supervisori;

3) in una terza fase, presenteranno le potenziali soluzioni agli utenti fornendo suggerimenti sull’utilizzo di  analisi statistiche per la gestione e valutazione delle loro attività.


Il supervisore dovrà tradurre l'attività di consulenza, a consuntivo, in termini di CFU (generalmente da 2 a 3 CFU) previa consegna, da parte degli studenti, di una relazione di almeno 4 pagine.  Al termine della consulenza il supervisore trasmette una dichiarazione comprovante l'attività svolta al Coordinatore secondo il format presente nella sezione Modulistica. La convalida dei CFU per singolo studente seguirà le norme usuali.