Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Scienze Agrarie, Alimentari e Forestali

Attività di Terza Missione

Delegato alla Terza Missione per il Dipartimento SAAF: Prof. Adriana Bonanno

La Terza Missione viene riconosciuta a tutti gli effetti una missione istituzionale, unitamente a quelle tradizionali di Didattica e Ricerca, con la quale le Università si inseriscono nel contesto socio-economico mediante il trasferimento e la valorizzazione delle conoscenze.

Per le Università, è importante oggi definire e valutare il reale impatto sociale delle conoscenze di cui sono portatrici, tenendo conto della loro capacità di immettere nei circuiti produttivi i risultati della ricerca e di contribuire, in tal modo, alla trasformazione della società. Pertanto, il profilo di competitività delle Università viene considerato anche per le attività di Terza Missione.

Nell’ambito della Terza Missione, il Dipartimento Scienze Agrarie, Alimentari e Forestali (SAAF) dell'Università degli Studi di Palermo è da sempre indirizzato alla diffusione, al trasferimento e alla valorizzazione delle conoscenze scientifiche e delle innovazioni tecnologiche scaturite dalle attività di ricerca svolte a sostegno dello sviluppo sostenibile del territorio agrario e forestale e dell’efficienza e sicurezza dei sistemi agroalimentari.

Le attività di Terza Missione perseguite dal SAAF sono, quindi, strettamente connesse alla ricerca scientifica e tecnologica, e notevolmente favorite dalle costanti interazioni che legano il Dipartimento a imprese, enti e istituzioni che operano in ambito agroalimentare e forestale.

Ai fini della diffusione delle conoscenze e del trasferimento delle innovazioni, il Dipartimento opera attraverso una cospicua e regolare attività inquadrabile come “Public Engagement”, indicativa delle intense relazioni intessute con le fasce socio-economiche interessate, costituite da imprenditori, operatori e consumatori. Tale attività, costantemente monitorata e resa visibile sul sito del Dipartimento, riguarda per lo più la partecipazione attiva a incontri pubblici di interesse tecnico-scientifico e socio-economico, come workshop, seminari o convegni, indirizzati, nella maggior parte dei casi, alla sensibilizzazione sui temi di salvaguardia della biodiversità, di tutela ambientale e di valorizzazione delle produzioni agroalimentari tipiche del territorio. In tale contesto, si registrano anche la pubblicazione di numerosi articoli divulgativi, una frequente partecipazione a tavoli tecnici organizzati da enti pubblici ai fini della predisposizione di piani di sviluppo settoriali o della definizione di norme tecniche, interviste su reti televisive nazionali e locali e su periodici o quotidiani, la creazione e la gestione di siti web o blog tematici e la guida di escursioni naturalistiche.

Le iniziative del Dipartimento destinate alla valorizzazione delle conoscenze sono volte a rendere fruibili i risultati della ricerca e le innovazioni tecnologiche alle imprese di settore, e si realizzano attraverso la fornitura di servizi in conto terzi consistenti, in prevalenza, in analisi di laboratorio, saggi e monitoraggi, commissionati o oggetto di apposite convenzioni. A tal fine, si è proceduto alla riorganizzazione e alla regolamentazione delle attività in conto terzi ai fini di una più precisa definizione dei servizi offerti all’esterno e per dare maggiore impulso alla loro promozione presso le imprese.

Le procedure in atto per l’ottenimento di brevetti nazionali e l’attivazione di spin off concorrono a sottolineare l’indirizzo del Dipartimento verso una strategia di valorizzazione dei risultati della ricerca e intercettazione della domanda di innovazione.