Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

2025 - INGEGNERIA CHIMICA

2025 - INGEGNERIA CHIMICA


Sede: PALERMO
Anni attivi: I,II
Classe: LM-22

COORDINATORE: ALESSANDRO GALIA

BENVENUTO NEL SITO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE DI INGEGNERIA CHIMICA

 

                           

INTRODUZIONE

brochure
Presso l’Università degli Studi di Palermo sono attivi il Corso di laurea di primo livello in Ingegneria Chimica e Biochimica di durata triennale e il Corso di laurea Magistrale in Ingegneria Chimica di durata biennale. 

I percorsi formativi dei corsi di Laurea in Ingegneria Chimica mirano a formare una figura professionale con solide conoscenze di base (chimica, fisica, matematica), dell’ingegneria industriale e dell’ingegneria chimica in grado di progettare, realizzare, manutenere e ottimizzare impianti e sistemi per la produzione di sostanze chimiche, di derivati dal petrolio, farmaci, cosmetici e detergenti, prodotti alimentari e per la protezione dell’ambiente. In particolare, le professionalità dei laureati in ingegneria chimica sono funzionali ai seguenti sbocchi occupazionali principali:

  • industrie del comparto chimico, alimentare, farmaceutico, biomedico, dell'energia e di processo in generale;
  • aziende di produzione, trasformazione, trasporto e conservazione di sostanze e materiali con particolare riferimento ai materiali polimerici e ceramici;
  • società di ingegneria, impiantistiche e di servizi ambientali;
  • laboratori industriali;
  • strutture tecniche della pubblica amministrazione deputate al governo dell'ambiente e della sicurezza;

Per una presentazione del Corso di Laurea fare click qui: Laurea Magistrale in Ingegneria Chimica.

Il corso di laurea magistrale è articolato in tre curricula, con molti insegnamenti in lingua inglese:

• il curriculum “ingegneria chimica dei processi sostenibili” ha l’obiettivo di formare laureati magistrali in grado di operare nei diversi ambiti dell’ingegneria dei processi chimici, biochimici, alimentari, farmaceutici, petroliferi, con specifiche competenze nella conduzione e nella progettazione di impianti di processo sostenibili e sicuri.

• il curriculum “ingegneria dei materiali” ha l’obiettivo di formare laureati magistrali in grado di operare nei settori dei materiali ingegneristici tradizionali e avanzati, delle bio e nanotecnologie, dei bio e nanomateriali.

• il curriculum "ingegneria dei processi alimentari"ha l'obbiettivo di formare laureati magistrali in grado di operare nell'ambito dell'industria alimentare con specifiche competenze funzionali all'acquisizione di strumenti conoscitivi utili per la progettazione, produzione e trasformazione di matrici alimentari sia tradizionali che innovative.

 

Percorsi Minor per Esperti in “Tecnologie Green”

Il profilo trasversale (minor) “Tecnologie Green” mira a formare figure professionali con solide competenze riferite al progetto ed al controllo delle trasformazioni della materia e dell’energia, in grado di intervenire con piena qualificazione nello sviluppo di soluzioni per un’economia industriale per la produzione di beni e l’erogazione di servizi e per la conversione, l’utilizzo e l’accumulo dell’energia improntati a criteri di rinnovabilità e sostenibilità, basati sull’uso efficiente delle risorse materiali ed energetiche, sull’implementazione di modelli di economia circolare, sulla preservazione della biodiversità, sul positivo impatto sociale e sulla riduzione dell’inquinamento.

 La formazione ingegneristica nel settore delle Tecnologie Green prevede l’acquisizione di insiemi di conoscenze e metodologie in ambiti interdisciplinari che consentano ai futuri professionisti di svolgere efficacemente attività di progettazione, riconversione ed esercizio dei sistemi di trasformazione della materia e dell’energia in ottica di rinnovabilità e sostenibilità ai fini del contenimento dell’impatto ambientale e della minimizzazione della generazione di effluenti inquinanti e di prodotti di scarto, attraverso lo sviluppo di appropriati processi e tecnologie ispirati ai principi della bioeconomia, della simbiosi industriale e della ecologia industriale. 

  • Ambiti qualificanti delle attività per le competenze caratterizzanti
  • Chimica verde e rigenerativa.
  • Progettazione, monitoraggio e ottimizzazioni di sistemi e impianti per l’autosufficienza energetica nell’ottica di generazione distribuita da fonti rinnovabili.
  • Tecniche, tecnologie e strategie per l’efficienza energetica e l’uso razionale dell’energia in ambito civile e industriale.
  • Green design and green manufacturing.
  • Sistemi di propulsione sostenibile.
  • Controllo, monitoraggio, prevenzione e trattamento di rifiuti ed emissioni inquinanti.
  • Produzione, accumulo e distribuzione sostenibili dell’energia.
  • Progettazione e riconversione dei sistemi di produzione di beni e di erogazione di servizi in ottica di sostenibilità: bioeconomia, economia circolare, simbiosi industriale.
  • Inquadramento dei processi di trasformazione della materia e dell’energia nei principi della ecologia industriale.

Il percorso è ad accesso libero e sarà attivato dall'A.A. 22-23: Ingegneria Chimica (LM-22) percorso Green

 Per maggiori informazioni sul percorso minor clicca qui.

 


News

Bacheca