Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Scienze Umanistiche

Aree di ricerca

Il Dipartimento di Scienze Umanistiche promuove e organizza l’attività di ricerca che si articola nelle seguenti quattro sezioni:

 

La sezione Estetica, Musica e Spettacolo è formata da 11 componenti (3 PO, 4 PA, 4 RU) che appartengono ai SSD M-FIL/04, L-ART/03, L-ART/05, L-ART/06, L-ART/07, L-ART/08.

I docenti della sezione cooperano in maniera costante tanto nell’ambito didattico (laurea triennale Dams, classe L3; laurea magistrale in Musicologia e Scienze dello Spettacolo, interclasse LM 45-LM 65), quanto nell’articolazione dei programmi di ricerca. Assai presente nel territorio, segnatamente grazie a programmi di cooperazione internazionale e a collaborazioni con istituzioni come la Fondazione Massimo, la sezione si avvale anche di un’importante biblioteca specialistica e di strutture didattiche di area musicologica, nonché di un Laboratorio Universitario Multimediale (LUM “Michele Mancini”) coordinato in modo specifico alle attività didattiche e di ricerca dei CdS del settore.

 

La sezione Lingue, Letterature straniere, Linguistica e Studi Islamici è formata da 28 componenti (4 PO, 10 PA, 13 RU, 1 RTD-A) che appartengono ai SSD L-LIN/01, L-LIN/03, L-LIN/04, L-LIN/05, L-LIN/06, L-LIN/07, L-LIN/10, L-LIN/11, L-LIN/12, L-LIN/13, L-LIN/14, L-LIN /21 e L-OR/10, L-OR/12, L-OR/21. Tutti i componenti sono presenti nei corsi di Laurea fra i più numerosi del Dipartimento e sono responsabili di numerosi programmi di mobilità internazionale (Erasmus, Erasmus Mundus, Erasmus Extra-eu, doppi titoli con l’Università della Lorena, l’Università di Sophia Antipolis e l’Università di Karlsruhe). Oltre all’internazionalizzazione della didattica, la sezione è impegnata in programmi di ricerca internazionale con partecipazione individuale e di gruppo a progetti europei e nazionali competitivi. Gli ambiti di ricerca sono: applicazione di metodologie sperimentate anche alla luce di nuove tecnologie, ricezione di culture diverse, pubblicazioni periodiche e stampa, tradizione letteraria e contemporaneità, studi innovativi relativi alla didattica delle lingue, translation studies. La sezione è attivamente coinvolta in numerose azioni di Terza missione con partecipazione di molti suoi componenti a presentazioni e tavole rotonde all’interno delle manifestazioni più importanti del territorio, con attivazione di corsi di lingue per docenti e con altri progetti di pubblico interesse.

 

La sezione Scienze Filosofiche e storiche è formata da 24 componenti (6 PO, 9 PA, 6 RU, 2 RTD-B, 1 RTD-A) che appartengono ai SSD M-FIL/01, M-FIL/02, M-FIL/03, M-FIL/05, M-FIL/06, M-FIL/07, M-FIL/08, M-STO/04, M-STO/01, M-STO/04 e SECS-P/12. I docenti svolgono didattica nei corsi di studio che afferiscono al Dipartimento e in alcuni corsi erogati da altri Dipartimenti. Per quanto riguarda gli ambiti di ricerca, la sezione si distingue per l’attenzione dedicata all’approfondimento di tematiche eterogenee che spaziano dalla storiografia alla metodologia storica, all’epistemologia, alla logica, all’analisi linguistica e teoretica, alla storia delle idee filosofiche. Oltre all’internazionalizzazione della didattica e della ricerca perseguita attraverso l’attivazione di progetti Erasmus, soggiorni di Visiting Professor presso prestigiose università internazionali, progetti CORI (incoming e outgoing) e collaborazioni con Istituti di ricerca europei di alta formazione, la sezione si distingue per la presenza di docenti nei comitati scientifici o di redazione (in alcuni casi anche nella direzione) di riviste di fascia A. Si segnalano infine importanti attività legate all’organizzazione di convegni e festival internazionali e all’ambito della Terza missione, con importanti ricadute sul territorio e sul tessuto sociale garantite, tra l’altro, dall’impegno nello studio della storia delle mafie.

 

La sezione Studi Italiani e Latini: Filologia, Letteratura e Linguistica è formata da 20 componenti (3 PO, 10 PA, 7 RU) che appartengono ai SSD: L-FIL-LET/04; L-FIL-LET/09; L-FIL-LET/10; L-FIL-LET/11; L-FIL-LET/12; L-FIL-LET/14. Tutti i settori sono rappresentati anche nel Dottorato in Studi Letterari, Filologico-Linguistici e Storico-culturali, di cui il Dipartimento è sede amministrativa e si avvalgono di collaborazioni nazionali e internazionali. Seppur con differenti specificità, i settori si distinguono per la collaborazione con il territorio in cui svolgono una cospicua e significativa attività di divulgazione scientifica e di terza missione. Numerose sono le convenzioni con enti (case editrici, biblioteche, scuole) e i progetti e le attività che coinvolgono il territorio. In particolare, si segnala l’attività della Scuola di Lingua Italiana per Stranieri (Itastra) che risponde alle emergenze sociali del territorio, organizzando corsi di prima alfabetizzazione per i minori stranieri non accompagnati e lavorando in sinergia con il Comune di Palermo, con i CPIA e con le scuole. Tutti i settori hanno componenti che, come responsabili o partecipanti, sono impegnati in ricerche di Ateneo (FFR) o nazionali (Prin) o su progetti europei (Fei). L’attività di internazionalizzazione della sezione si concentra sull’attivazione di doppi titoli, programma integrati di studi e scambi Erasmus.