Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Biomedicina, Neuroscienze e Diagnostica avanzata

Presentazione

Il Dipartimento nasce con Decreto Rettorale n.2966 del 26 ottobre 2018 mediante un processo di aggregazione fra il Dipartimento di Biomedicina sperimentale e Neuroscienze cliniche (Bio.Ne.C.) ed il Dipartimento di Biopatologia e Biotecnologie Mediche (Di.Bi.Med.) al fine di aggregare le risorse umane e materiali già esistenti nei due Dipartimenti dell’Ateneo, nell’ottica di un consolidamento ed un arricchimento di obiettivi scientifici, didattici e delle specifiche competenze culturali.
Scopo scientifico del Dipartimento non è solo quello di dare vigore, promuovere e accrescere le competenze scientifiche dei singoli Docenti e dei gruppi di ricerca di riferimento ma anche di contribuire, tramite l’attività di ricerca, all’accrescimento dello sviluppo sociale ed economico dell’area geografica di riferimento rafforzando i propri rapporti con l’intera società di contesto. Il Dipartimento intende offrire un contributo in questa direzione, tramite l’integrazione positiva di un numero sempre maggiore di progetti di natura interdisciplinare o multidisciplinare, fondati sulla cooperazione con le istituzioni locali, nazionali ed internazionali. Questo aspetto, in una cornice di competenze quale quella riferibile alla diagnostica avanzata, alle neuroscienze ed alla ricerca di base intesa quale motore iniziale ed insostituibile per il successivo sviluppo di tematiche nella ricerca pre-clinica e clinica in senso stretto, troverà nel Dipartimento innumerevoli occasioni di crescita e sviluppo.

Inoltre, il Dipartimento Bi.N.D. vuole promuovere oggettivi sistemi di valutazione e di incentivazione alla ricerca, sulle basi delle linee-guida ormai tracciate a livello nazionale (ANVUR) ed internazionale. Tenuto conto di quanto premesso, l’obiettivo principale del Dipartimento è quello di promuovere, sostenere, incentivare e coordinare l’attività di ricerca nel settore delle Scienze biomediche intese in senso ampio, comprendenti cioè l’area della Biologia e Genetica, della Morfologia macro e microscopica, delle Funzioni a livello biochimico, cellulare e di organo ed apparato che, quindi, già rivestono una natura scientifica multidisciplinare ed integrata. Altra branca scientifica che vede consolidate competenze scientifiche sia sul piano disciplinare che tecnico-applicativo è quello della Diagnostica avanzata, la cui vocazione specifica non è solo quella accademica della ricerca scientifica ma anche quella di fornire percorsi formativi specifici ai fini dell’acquisizione di competenze professionali nel campo della diagnostica di laboratorio, della diagnostica per immagini applicate ai diversi ambiti di ricerca applicata e di base. Infine, ma non per importanza, l’ambito scientifico delle Neuroscienze può considerarsi una texture scientifica di particolare rilievo perché riunisce trasversalmente diverse competenze che da anni operano efficacemente e con riconoscimenti sia in campo nazionale che internazionale dalle scienze di base alle neuroscienze strumentali, cliniche e chirurgiche.
In questo contesto il Dipartimento di Biomedicina, Neuroscienze e Diagnostica avanzata si muove secondo le sottoriportate linee di indirizzo strategico:

Integrazione e Complementarità disciplinare: approccio multidisciplinare e interdisciplinare, in grado di limitare la frammentazione dei saperi e delle competenze.

Approccio applicativo della Conoscenza: al fine di acquisire competenze professionali efficacemente spendibili nel mondo del Lavoro.

Innovazione: elemento insito nella Mission del costituendo Dipartimento come evidenziato dalle tre articolazioni culturali che trovano efficace sintesi nella denominazione: Biomedicina, Neuroscienze e Diagnostica avanzata.

Internazionalizzazione: contesto di riferimento indispensabile, comune e trasversale in cui devono collocarsi le attività, le interazioni professionali, i progetti del costituendo Dipartimento e, pertanto, la sua collocazione in una virtuosa dimensione globale.

 

Piano Strategico del Dipartimento Bi.N.D. per il triennio 2019-2021