Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Mobilità internazionale studenti

8-lug-2014


Presentazione della candidatura

  1. Ciascuno studente può presentare una sola domanda nell'ambito del proprio Corso di Studio
  2. La domanda deve essere compilata e trasmessa esclusivamente online, entro il termine indicato nel bando chè sara pubblicato nel sito di Ateneo e in queste pagine.
  3. Lo studente è tenuto a prendere visione del bando, di tutte le clausole in esso contenute e degli allegati.
  4. Lo studente deve selezionare una meta. Si ricorda che le Università straniere possono non accettare gli studenti nonostante siano risultati vincitori della selezione presso l'Università degli studi di Palermo. Inoltre, alcune università straniere prevedono che lo studente selezionato provveda a compilare e spedire, entro scadenze tassative, alcune Application Forms (moduli di registrazione, di prenotazione di alloggio, di iscrizione ai corsi). L'omissione di tale adempimento può comportare l'esclusione dello studente.
  5. Lo studente si impegna a raccogliere tutte le opportune informazioni relative all'offerta formativa del Corso di Studio individuato presso l'Università straniera.
  6. Lo studente è tenuto ad informarsi preventivamente sulla lingua si tengono i corsi presso l'Università straniera.
  7. Lo studente deve acquisire informazioni su eventuali requisiti specifici posti dall'Università straniera (es. Vincoli relativi alla competenza linguistica)
  8. In caso d'incompatibilità tra il proprio piano di studi e l'offerta formativa dell'università straniera è consigliabile contattare, prima dell'inoltro della domanda, il docente proponente lo scambio, offrendo allo stesso ogni informazione utile per la valutazione di compatibilità.
  9. Lo studente è invitato a visitare il sito internet dell'Università ospitante ed a mettersi in contatto con l'Ufficio Erasmus della sede straniera (Incoming Mobility Office).

 

Criteri di selezione

I criteri sono indicati nel bando UNIPA.

È possibile certificare la propria competenza linguistica tramite un test di valutazione (TAL). Per ulteriori informazioni mettersi in contatto con il Centro Linguistico di Ateneo (cla@unipa.it - Tel. 091-6169615/6101569).

 

Graduatoria

La graduatoria sarà pubblicata esclusivamente sul Portale di Ateneo. Lo studente non riceverà alcuna informazione al riguardo.

 

Studenti vincitori

Prima della firma dell'accordo presso l'Ufficio Erasmus di competenza

(Sede centrale dell'Ateneo Palazzo Steri: "UOA Politiche d'internazionalizzazione per la mobilità - Ufficio Erasmus" relint@unipa.it;  Responsabile: Dott.ssa Angela M. Adriana Ragonese; altri riferimenti: Sig. Fabio Butera - fabio.butera@unipa.it; Sig. Richard Orthofer - richard.orthofer@unipa.it),

lo studente vincitore deve chiedere al Consiglio di Corso di Studio l'approvazione del Learning Agrement.

Il numero minimo di crediti formativi previsti per trimestre è di 15 CFU/ECTS

 

Riconoscimento dei crediti

I crediti acquisiti e le valutazioni conseguite presso l'università straniera devono essere registrati sul transcripts of records (certificazione rilasciata dall'Università straniera). É opportuno che lo studente si procuri tale documento prima del rientro in Italia. Lo studente dovrà successivamente richiedere al Consiglio di Corso di Studio il riconoscimento dei crediti e la convalida dei voti conseguiti all'estero, secondo quanto stabilito dal Regolamento d'Ateneo. Nel dettaglio, il documento in originale va consegnato agli uffici del Corso di Studio che provvederà al riconoscimento dei crediti ed alla convalida degli esami sostenuti all'estero. Copia del Transcript of records va consegnata all'Ufficio Relazioni Internazionali dell'Università degli studi di Palermo.

 

Scarica il modello di Learning Agreement

 

Le fasi della mobilità

Il nuovo learning agreement include tutti i moduli da compilare prima, durante e dopo il periodo di mobilità.

Prima della partenza il responsabile accademico dell’istituzione di appartenenza elabora insieme allo studente il piano di studio da svolgere all’estero con la massima precisione possibile, sulla base delle informazioni fornite dall’istituzione di accoglienza, per un numero di crediti congruo alla durata del periodo di studio all’estero. Concorda inoltre con lo studente le attività formative del corso di studio di appartenenza che saranno sostituite da quella svolte all’estero, per un numero di crediti corrispondente. In questa fase il responsabile accademico si impegna preventivamente, a nome della struttura didattica che gli ha formalmente attribuito tale responsabilità, al pieno riconoscimento del piano concordato (senza successive verifiche o integrazioni).
Dopo l’arrivo presso l’istituzione di accoglienza, lo studente può, in via eccezionale e per motivi ben definiti (quali la cancellazione di un’attività formativa prevista o un’incompatibilità di orario), chiedere una modifica del piano concordato entro tempi determinati. Oltre che accettata dall’istituzione di accoglienza, tale modifica deve essere formalmente approvata dal responsabile accademico dell’istituzione di appartenenza, che provvederà anche, ove necessario, alla rimodulazione del piano di riconoscimento.
Dopo la conclusione del periodo di studio all’estero, entro tempi determinati, l’istituzione di accoglienza trasmetterà il certificato degli studi compiuti sia allo studente che all’istituzione di appartenenza. Se tutte le attività previste nel Learning Agreement sono state completate con successo, l’istituzione di appartenenza effettuerà entro tempi determinati le procedure amministrative di riconoscimento e produrrà una certificazione interna, così come previsto nell’accordo preventivo già incluso nel Learning Agreement. Nel caso in cui non tutte le attività fossero state superate, il responsabile accademico dovrà rimodulare il riconoscimento in maniera adeguata, con modalità già definite e rese pubbliche.

 

Le procedure di riconoscimento

Innanzi tutto il Learning Agreement include sia il piano di studi da svolgere all’estero che le attività da riconoscere presso il corso di studio di appartenenza, e segue il percorso dello studente fino alla certificazione degli studi sia all’estero che presso la propria istituzione. Questo indica con chiarezza che in Erasmus+ il pieno riconoscimento dei periodi di mobilità non è visto come un accordo privato tra le istituzioni ed i loro studenti, ma costituisce un requisito essenziale per la partecipazione al programma, da presentare in maniera trasparente nei documenti ufficiali condivisi con i partner.
Inoltre, la separazione tra le tabelle A e B del Learning Agreement, una relativa al piano di studi all’estero e l’altra alle attività da sostituire nel corso di studio di appartenenza, indica con chiarezza che il riconoscimento non si effettua ricercando la corrispondenza uno a uno (di crediti o di contenuti) tra le singole attività formative delle due istituzioni, ma sostituendo l’insieme delle attività formative del piano di studio svolto all’estero ad un altro insieme di attività che lo studente avrebbe dovuto svolgere nel corso di studio di appartenenza, per un totale di crediti equivalente.
Infine, si richiede che tutti i crediti ottenuti sulla base del piano di studio concordato nel Learning Agreement siano pienamente riconosciuti, ovvero utilizzati nell’ambito del corso di studio di appartenenza per il conseguimento del titolo di studio. L’eventuale mancato riconoscimento di crediti regolarmente conseguiti, e previsti nel Learning Agreement, dovrà essere giustificato in un allegato al documento, adducendo valide ragioni. Potrebbe, ad esempio, aver luogo nei casi in cui lo studente, al termine del suo corso di studio, abbia già accumulato la quasi totalità dei crediti richiesti per la laurea e consegua all’estero dei crediti in sovrannumero.