Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche

Terza Missione delle Università


TERZA MISSIONE delle Università

Applicazione diretta, valorizzazione e impiego della conoscenza per contribuire allo sviluppo sociale, culturale ed economico della Società attraverso una relazione diretta con il territorio e i suoi attori

 

Documenti di riferimento:

 

Attività ascrivibili alla Terza Missione:

correlate ad attività di ricerca, educazione, social engagement e di politica istituzionale e governance, ai sensi dei succitati documenti

 

1. Gestione della proprietà industriale

    1. Brevetti (specificare entrate di cassa derivate dalla vendita di brevetti o loro licenze, trasferimento, sviluppo tecnologico e ricadute socio-economiche)
    2. Privative vegetali

2. Imprese spin-off

3. Attività conto terzi (importi dei contratti di ricerca/consulenza con committenza esterna)

4. Strutture di intermediazione (attività svolte a livello di Ateneo)

5. Gestione del patrimonio e delle attività culturali

    1. Ricerche e scavi archeologici
    2. Poli museali (attività svolte a livello di Ateneo)
    3. Attività musicali (attività svolte a livello di Ateneo)
    4. Immobili e archivi storici (attività svolte a livello di Ateneo)
    5. Biblioteche/emeroteche storiche (attività svolte a livello di Ateneo)

6. Attività per la salute pubblica (attività di ricerca svolte in campo sanitario)

7. Formazione continua, apprendimento permanente e didattica aperta

    1. Attività di formazione continua (attività di formazione continua svolte in collaborazione con organizzazioni esterne, in particolare i corsi di formazione continua e i corsi di formazione professionale a personale di organizzazioni esterne, a condizione che non rilascino titoli di tipo accademico e che siano disciplinate da una apposita convenzione fra il dipartimento o l’ateneo interessato e l’organizzazione esterna. Si possono assimilare alle attività suddette anche iniziative svolte in assenza di una convenzione, purché sulla base di atti formali del dipartimento o dell’ateneo (es. delibere di attivazione del corso), dalle quali si evinca l’obiettivo di una formazione funzionale alla specializzazione nel lavoro o all’inserimento nello stesso)
    2. Attività di educazione continua in Medicina
    3. Attività di certificazione delle competenze
    4. Alternanza Scuola-Lavoro
    5. MOOC (Massive Open Online Courses, corsi a distanza)

8. Public engagement (attività svolte dall'Ateneo senza scopo di lucro e con valore educativo, culturale e di sviluppo della società)

Le attività di public engagement sono svolte con diversi livelli di coinvolgimento: dalla iniziativa individuale libera, ad attività previste a livello di progetti di ricerca, fino ad attività istituzionali.
L'attività e i benefici dell'istruzione superiore e della ricerca possono essere comunicati e condivisi con il pubblico in numerosi modi:

    1. pubblicazioni divulgative firmate dallo staff docente a livello nazionale o internazionale;
    2. partecipazioni dello staff docente a trasmissioni radiotelevisive a livello nazionale o internazionale;
    3. partecipazioni attive a incontri pubblici organizzati da altri soggetti (ad es. caffè scientifici, festival, fiere scientifiche, ecc.);
    4. organizzazione di eventi pubblici (ad es. Notte dei Ricercatori, open day);
    5. pubblicazioni (cartacee e digitali) dedicate al pubblico esterno (ad es. magazine dell’università);
    6. giornate organizzate di formazione alla comunicazione (rivolta a PTA o docenti);
    7. siti web interattivi e/o divulgativi, blog;
    8. fruizione da parte della comunità di musei, ospedali, impianti sportivi, biblioteche, teatri, edifici storici universitari;
    9. organizzazione di concerti, mostre, esposizioni e altri eventi di pubblica utilità aperti alla comunità;
    10. partecipazione alla formulazione di programmi di pubblico interesse (policy-making);
    11. partecipazione a comitati per la definizione di standard e norme tecniche;
    12. iniziative di tutela della salute (es. giornate informative e di prevenzione);
    13. iniziative in collaborazione con enti per progetti di sviluppo urbano o valorizzazione del territorio;
    14. iniziative di orientamento e interazione con le scuole superiori;
    15. iniziative divulgative rivolte a bambini e giovani;
    16. iniziative di democrazia partecipativa (es. consensus conferences, citizen panel).