Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

2194 - BENI CULTURALI: CONOSCENZA,GESTIONE,VALORIZZAZIONE

Presentazione

Obiettivi Formativi

Obiettivi specifici: Il Corso intende assicurare una formazione di base completa e solida nelle aree disciplinari relative ai Beni culturali finalizzata alla conoscenza, gestione e valorizzazione del patrimonio, consentendo di focalizzare l'attenzione, attraverso l'articolazione in due curricula, sul patrimonio storico-archeologico ovvero sul complesso dei Beni culturali materiali e immateriali del territorio, ai fini della loro comunicazione e valorizzazione nel campo del turismo culturale. Si vuol affiancare all'impianto umanistico di base, che fornisce agli studenti gli strumenti per la comprensione storica e antropologica del bene e per il suo inquadramento culturale, un approccio gestionale, che offra le opportune competenze nel campo economico-amministrativo, e pratico-operativo, che tramite attivita' di laboratorio,sul campo e stage permetta di acquisire i principali metodi di recupero e conservazione, analisi e classificazione, gestione, comunicazione e valorizzazione del bene, anche con strumenti informatici, Alle discipline relative alla storia, archeologia, storia dell'arte, letteratura e linguistica, geografia, antropologia, paleontologia e paleoantropologia, museologia, archivistica e biblioteconomia, si affiancano pertanto le discipline giuridiche ed economiche, nonchE' abilita' informatiche e linguistiche e varie attivita' pratiche, laboratori e stage. Si sono identificati alcuni insegnamenti fondamentali, definiti in funzione delle finalita' dei due curricula, mentre alla responsabilita' dello studente e' lasciato il compito di individuare un percorso formativo specifico per i suoi interessi con un'opportuna selezione fra le opzioni proposte. Attraverso un orientamento mirato si promuovera' la congruenza di tali scelte per un percorso quanto piu' efficace.. L'acquisizione di particolari tecniche e metodologie e la pratica disciplinare, in funzione anche dell'orientamento al lavoro, e' affidata ad appositi laboratori e tirocini, nonchE' -per i beni archeologici- a scavi e indagini di archeologia dei paesaggi..Tuttavia, l'attenzione riservata alle discipline di base e la presenza di una robusta quota di insegnamenti comuni garantiranno dal rischio di un'eccessiva settorializzazione, mentre il ventaglio dell'offerta tra le attivita' caratterizzanti (discipline archeologiche, storico-artistiche, geografiche, demoetnoantropologiche e giuridico-economiche) nonchE' tra quelle affini e integrative consentira' agli studenti di possedere un quadro ampio e articolato dei Beni culturali materiali e immateriali e di avere cosi' maggiori opportunita' di inserimento in un mercato del lavoro che richiede flessibilita' e competenze di ampio spettro, e di sbocchi verso diversi percorsi di Laurea magistrale.

Sbocchi Occupazionali

Profilo: Assistente archeologo (archeologo III fascia, ex DM del 20.05.2019 MIBACT) Funzioni: Assistente di scavo. Principale e diretto collaboratore del direttore dello scavo archeologico. Competenze: - conduzione sul campo di uno scavo archeologico sotto la guida del direttore dello scavo; - classificazione e documentazione dei reperti archeologici; - collaborazione all'allestimento di mostre. Sbocchi: - enti pubblici che prevedono uffici tecnici (Soprintendenze BB.CC.AA.,ecc.); - cooperative giovanili di scavo archeologico. Profilo: Mediatore del patrimonio culturale/ guida al patrimonio culturale Funzioni: Introdurre i visitatori alla fruizione di collezioni museali, opere, siti e monumenti archeologici, storico-artistici, di interesse demoetnoantropologico o letterario; condurre visite guidate presso strutture museali o percorsi urbani. Competenze: Illustrare in maniera scientificamente corretta le particolarita' storiche, archeologiche, storico-artistiche, culturali e naturalistiche di un territorio, o di una collezione museale o di un sito; preparare itinerari per il turismo culturale. Sbocchi: Cooperative giovanili per la gestione e la valorizzazione di siti, collezioni e monumenti. Musei, fondazioni che operano nel settore del patrimonio culturale. Agenzie di viaggio. Profilo: Tecnico dei musei e delle biblioteche Funzioni: Organizzazione e sistemazione di reperti, modelli ed esemplari, quali fossili, utensili, oggetti di vario genere, manufatti artistici all'interno di vetrine, per mostre e manifestazioni museali; assistenza ai lettori nelliuso dei cataloghi, delle basi di dati e degli indici con cui sono organizzate le biblioteche; assistenza alle ricerche; controllo della circolazione dei libri e del prestito. Competenze: Catalogazione di oggetti, reperti ed opere diarte, libri e documenti. Collaborazione all'allestimento di mostre e alle iniziative didattiche e culturali. Sbocchi: Enti pubblici che prevedono uffici tecnici (soprintendenze BB.CC.AA., musei, biblioteche, ecc.). Biblioteche e musei privati. Profilo: Assistente Antropologo fisico (antropologo fisico III fascia, ex DM del 20.05.2019 MIBACT) Funzioni: Assistente di scavo. Principale e diretto collaboratore del direttore dello scavo archeologico. Competenze: - conduzione sul campo di uno scavo archeologico (contesto paleo-antropologico) sotto la guida del direttore dello scavo; - classificazione e documentazione dei reperti paleo-antropologici; - collaborazione all'allestimento di mostre. Sbocchi: - enti pubblici che prevedono uffici tecnici (Soprintendenze BB.CC.AA.,ecc.); - cooperative giovanili di scavo archeologico. Profilo: Assistente demoetnoantropologo (demoetnoantropologo III fascia, ex DM del 20.05.2019 MIBACT) Funzioni: Cura di collezioni museali, mostre, opere, siti e monumenti di interesse demoetnoantropologico. Attivita' di studio e di educazione nel campo della demoetnoantropologia e delle discipline collegate Competenze: Predisporre spazi, materiali e strumentazione funzionali ad attivita' di laboratorio e ad altri interventi educativi che permettano una corretta conoscenza e fruizione di un territorio, di una collezione museale o di un sito sotto il profilo demoetnoantropologico. Sbocchi: - enti pubblici che prevedono uffici tecnici (Soprintendenze BB.CC.AA.,ecc.); - Musei, fondazioni che operano nel settore del patrimonio culturale; - cooperative giovanili per la gestione e la valorizzazione di siti e collezioni. Profilo: Assistente Esperto di Diagnostica e di Scienze e Tecnologia applicate ai Beni Culturali (Esperto III fascia, ex DM del 20.05.2019 MIBACT) Funzioni: Affianca il Direttore di scavo e/o il Restauratore nell'individuare e documentare la materia costitutiva e il degrado dei BBCC. Competenze: Collaborazione all'esecuzione di indagini diagnostiche volte all'individuazione della natura, autenticita, provenienza dei BBCC, nonchE' dello stato di conservazione del bene. Sbocchi: - enti pubblici che prevedono uffici tecnici (Soprintendenze BB.CC.AA.,ecc.); - Musei, fondazioni che operano nel settore del patrimonio culturale.

Caratteristiche della Prova Finale

La prova finale intende fornire allo studente l'opportunita' di applicare le metodologie di indagine apprese e le conoscenze acquisite ad un caso studio circoscritto e/o alla presentazione di un argomento o un'esperienza rilevante per il profilo formativo del Corso. Essa sara' condotta secondo le modalita' specificate nel regolamento predisposto dal CdS, e conferira' 3 CFU, a conclusione del percorso di complessivi 180 CFU (compresa la prova in oggetto).