Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

LEGALITA'/Addiopizzo lancia una nuova iniziativa per la città

19-feb-2014

Scegliere un luogo di Palermo per recuperarlo e valorizzarlo, questo è “Immagine Palermo, adesso scegli tu”. Ecco come scegliere il vostro. “Palermo è nostra e non di cosa nostra”: chiunque abbia preso parte a delle manifestazioni antimafia promosse nel capoluogo siculo conosce bene questo slogan. Liberare Palermo dalla mafia e cambiare il volto ad una città affetta da un cancro gravissimo per restituirle la sua immensa bellezza è l’obiettivo dell’associazione antiracket Addiopizzo, che da anni si batte con ogni mezzo per portare alto il valore della legalità. Chi lo avrebbe immaginato che quel gruppo di giovani, che la notte del 29 giugno 2004 tappezzò la città di bigliettini bianchi con su scritto “Un intero popolo che paga il pizzo è un popolo senza dignità”, potesse trasformarsi in un’associazione che oggi rappresenta una vera e propria arma contro il fenomeno del racket. Qual è il segreto del suo successo? Cosa spinge oggi più di ieri i numerosi commercianti e imprenditori piegati dal pizzo a rivolgersi ad Addiopizzo Palermo per ribellarsi all'ingiustizia del fenomeno mafioso? L’elenco delle risposte potrebbe essere lungo ma, probabilmente, la capacità di elaborare nuove strategie è una delle motivazioni più importanti che possano trovarsi. Addiopizzo ha compreso la necessità di evolversi insieme al fenomeno mafioso stesso, assecondandone la mutevolezza e agendo in via preventiva. Come far prevalere, allora, l’interesse collettivo su quello mafioso? L’idea Immagina Palermo, adesso scegli tu, lanciata dall’associazione antiracket, è quella di recuperare e valorizzare i beni comuni e gli spazi pubblici attraverso la creazione di un fondo comune e trasparente finalizzato a realizzare in città un vero e proprio investimento collettivo. Saranno i cittadini stessi che, compilando un questionario online potranno manifestare la propria scelta sui luoghi da scegliere e sulle tipologie d’intervento da operare. Una volta raccolte le risposte saranno elaborati i progetti definitivi che riguarderanno i siti sui quali è stata espressa maggiore priorità. Fare la propria scelta e rendersi parte attiva di un progetto come quello di Addiopizzo è un’opportunità da cogliere al volo per contribuire ad un cambiamento che non è impossibile. “La mafia è un fenomeno umano e come tutti i fenomeni umani ha un principio, una sua evoluzione e avrà quindi anche una sua fine”. Giovanni Falcone Info: www.addiopizzo.org/immaginapalermo/