Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

VINITALY/Successo di una società nata da una ricerca UniPa

11-apr-2011

Un pezzo di Università di Palermo al Vinitaly che ha chiuso i battenti  lunedì. Ed è il sistema di localizzazione e informazione sviluppato dalla società InformAmuse, spin-off accademico dell'Ateneo grazie al quale al padiglione 2 – quello dedicato alla Sicilia – i visitatori hanno trovato con facilità le cantine preferite.
L'Istituto Regionale della Vite e del Vino ha infatti affidato a una cordata di aziende (InformAmuse, P.R.C. Re Pubbliche e Business Services, la capofila) e al dipartimento di Ingegneria chimica, gestionale, informatica e meccanica dell'Università il compito di migliorare l'esperienza di espositori e visitatori, con la proposta di un sistema informativo chiamato Sicilia@Vinitaly 2011. Dodici totem interattivi hanno consentito ai visitatori di localizzare rapidamente gli espositori e di caricare il percorso più breve sul loro smartphone grazie a un sistema basato su codici QR. Unico in tutto il Vinitaly, infatti, il sistema Sicilia@Vinitaly 2011, ha consentito la connessione WiFi gratuita in tutto il padiglione, per permettere a tutti i visitatori di rimanere costantemente connessi a un World, Wine and Web, il WWW per il mondo dei vini siciliani. Ancora più fortunati i possessori di iPhone o iPad, che hanno potuto invece disporre di un’applicazione a loro dedicata e scaricabile gratuitamente dall'Apple Store.
Nel padiglione, dove si è svolto un  fitto calendario di eventi, è stato inoltre presentato un viaggio virtuale in 3D nei territori del vino, grazie ai lavori di alcuni allievi del master universitario in “Tecniche di realtà virtuale nel processo di sviluppo del prodotto” dell'Ateneo palermitano, coordinato da Antonio Mancuso, docente presso il Dipartimento di Ingegneria Chimica gestionale, informatica e meccanica. “Nessun sistema, fino a ora – dice Antonio Gentile, del dipartimento di Ingegneria  chimica, gestionale, informatica e meccanica - ha reso possibile l’ accesso in tempo reale a un archivio sconfinato di informazioni, tanto sulle cantine, quanto sui territori, che rimangono a disposizione dei visitatori anche dopo l’evento”.
Nata come azienda di spin-off accademico dell’Università di Palermo, vincitrice del Premio StartCup 2009, InformAmuse srl realizza mezzi e sistemi turistici moderni per “dar vita alla storia”, basandosi su affidabili innovazioni tecnologiche brevettate. Realizzando prodotti commerciali che incorporano tecnologie frutto del know-how universitario, InformAmuse, in particolare, indirizza il proprio interesse ai turisti e, in secondo luogo, a tutti gli enti di gestione che hanno a cuore non solo la conservazione del patrimonio culturale ma anche la possibilità di incrementare la propria attrattività e fruizione fornendo ai visitatori nuovi livelli d’intrattenimento. Attualmente insediata nell'incubatore d'impresa Arca dell'Università, si trova ad operare in rete con un selezionato gruppo di aziende, tra le quali Officina per le Arti-Opera e il Consorzio Ticonzero. Grazie a questa collocazione strategica, InformAmuse è in grado di realizzare prodotti informativi e informatici finalizzati alla piena fruizione del patrimonio culturale, ambientale e naturalistico.