Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

STUDENTI/La Regione stanzia i fondi per ripianare i debiti con le Università

25-mag-2011

Due settimane fa l'allarme della Crus - la conferenza dei rettori siciliani - per il mancato stanziamento in Finanziaria dei fondi per ripianare i debiti con le Università dell'Isola e garantire i posti di specializzazione medica "aggiuntivi" nei Policlinici per il prossimo anno. Adesso la soddisfazione per la reintroduzione del capitolo di spesa grazie al quale la Regione rimborsa 7 milioni di euro degli oltre 20 milioni  anticipati dagli Atenei negli anni scorsi per sostenere il costo delle borse istituite dalla Regione a Palermo, Catania, Messina. "Possiamo tirare un sospiro di sollievo - dice Roberto Lagalla, rettore dell'Università di Palermo e presidente della Crus - perché siamo adesso certi di continuare a garantire ai nostri giovani l'opportunità di inserimento nella professione medica. Merito di un'azione forte e congiunta degli Atenei siciliani e dell'interlocuzione diretta con la Regione che, grazie alla sensibilità dell'assessore al Bilancio Gaetano Armao, della Salute Massimo Russo, della VI Commissione, ha mantenuto un impegno che era stato già preso nei mesi scorsi e che poi inspiegabilmente non aveva trovato accoglimento in Finanziaria". Un passaggio che, oltre a garantire i laureati, è una svolta importante per gli Atenei, che possono ripristinare una corretta capacità gestionale su un tema a lungo rimasto in sospeso.
Venerdì scorso, 20 maggio 2011 è scaduto il termine fissato dal Ministero dell'Università per l'inserimento nel bando di concorso dei 166 posti aggiuntivi proposti dall'amministrazione regionale per Palermo, Catania e Messina. Posti che adesso potranno essere garantiti.