Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Presentazione

1-mar-2017


OBIETTIVI FORMATIVI

Il Master si fonda sulla visione dell’insegnante come professionista riflessivo, che identifica tre aspetti fondamentali della professionalità: la competenza, intesa come possibilità effettiva di mobilitare le proprie conoscenze in modo autonomo e intelligente; la capacità progettuale, per prefigurare scenari generali che gli interventi formativi possono contribuire a realizzare e strutturare percorsi didattici coerenti con tali scenari e con la specificità dei discenti; l’habitus del ricercatore per tutto l’arco della vita. 

Coerentemente con questa idea di docente, il progetto dei Master prevede un'offerta formativa approfondita e sfaccettata adeguata ai profili professionali previsti, fornendo conoscenze linguistiche e didattiche e un percorso di riflessione metacognitiva che affianca e accompagna tutte le attività, con lo scopo di rendere mobili e spendibili tali conoscenze. 

I corsisti sono guidati da una regia, a più voci ma orchestrata coerentemente, a mettersi in gioco attraverso processi di apprendimento e di ricerca/azione di cui sono responsabili e, contemporaneamente, rispetto ai quali sono sostenuti e affiancati, in un modo che garantisce loro in maniera equilibrata e senza strappi il passaggio dalla posizione di apprendente a quella di docente. Il percorso di riflessione che accompagna e sostiene tutte le attività si realizza nell’ambito di quello che è stato chiamato "modulo tessuto", ad indicare la finalità di realizzare con un movimento coordinato da parte dei docenti e dei discenti stessi un tessuto connettivo che integri e dia senso alle diverse esperienze di formazione.

Obiettivo del Master è la formazione di figure professionali di alta qualificazione in relazione diversi sbocchi occupazionali: insegnanti di italiano a stranieri e a immigrati; collaboratori ed esperti linguistici presso i Centri Linguistici di Ateneo e presso Scuole, Istituti italiani di cultura e Università straniere; progettisti di percorsi formativi nell’ambito dell’italiano L2/ LS;progettisti di strumenti di certificazione e di verifica delle conoscenze; progettisti e realizzatori di materiali didattici, etc.

L’offerta formativa del Master riguarda  quindi entrambe le dimensioni dell’Italiano come lingua non materna: lingua seconda (L2: per chi apprende l’italiano vivendo  in Italia) e lingua straniera (LS: per  chi apprende l’italiano vivendo abitualmente in contesti non italofoni) e individua nella dimensione didattica l’elemento unificante delle diverse attività. Vengono quindi sviluppate competenze diversificate, che partendo da una base comune di conoscenze linguistiche e glottodidattiche, e da una sensibilità trasversale alla dimensione culturale della lingua, si articoleranno  in relazione ai diversi contesti di insegnamento. Per entrambi i versanti della professione viene curata la dimensione progettuale, finalizzata a consentire ai corsisti di apprendere a progettare dispositivi per l’insegnamento – apprendimento della lingua non materna.

 

PERCORSO E CREDITI FORMATIVI (1500 ore, 60 CFU)

Didattica

presenza

150 ore

40 CFU

online

120 ore

approfondimenti

130 ore

studio individuale

600 ore

Tirocinio

in aula

300 ore

18 CFU

progettazione

150 ore

Preparazione tesi

 

50 ore

2 CFU


L’itinerario formativo del Master è realizzato secondo la modalità blended, che consente di coniugare i vantaggi della formazione in presenza con quelli della formazione on line, attenuando gli svantaggi di entrambe. L’ambiente per la formazione a distanza è una piattaforma Moodle, un ricco e complesso strumento, che consente di interagire in maniera articolata ma al tempo stesso facilmente intuibile e diversificata per obiettivi.
 
Il segmento online (120 ore) consiste in attività di supporto e integrazione alla didattica frontale:
a)     riflessione, progettazione e analisi dei singoli contenuti formativi;
b)     attività di carattere applicativo (laboratori, esercitazioni, ecc.);
c)     verifiche in itinere del raggiungimento degli obiettivi di apprendimento e relativo feedback.

La didattica in presenza (150 ore) si articola in lezioni, laboratori, seminari, a seconda della specificità dei contenuti e prevede una curvatura delle discipline verso le finalità professionalizzanti: per questo i contenuti dei diversi insegnamenti sono organizzati, nell’impostazione del docente e nel tipo di prestazioni richieste agli allievi, tenendo conto della spendibilità di tali contenuti nell’ambito della professione; l’interconnessione tra contenuti disciplinari e didattica è inoltre resa trasparente agli apprendenti  attraverso il percorso di riflessione.

Le attività in presenza e online sono integrate da approfondimenti extra-aula (seminari e altre attività formative) e attività di preparazione assistita (preparazione dei materiali per gli esami modulari, verifiche del processo di apprendimento, con possibilità di recupero individuale in fad) (130 ore).

Il tirocinio si articola in attività di osservazione e di azione didattica tutorata all'interno classi con studenti stranieri (300 ore) e in attività funzionali e di progettazione linguistico-didattica (in presenza/online) (150 ore).

Il tirocinio prevede una serie di attività formative generali e un'articolazione in profili professionali specifici: "docente di italiano come lingua straniera (LS)", "docente di italiano come lingua seconda (L2) nelle scuole" e "docente di italiano come lingua seconda (L2) ad apprendenti adulti bassamente scolarizzati" (quest'ultimo profilo è stato vincitore del Label europeo per le lingue 2014).