Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

NETKITE/Nuovo progetto ENPI approvato al Consorzio Arca

31-lug-2013

Nuovo risultato conseguito dal Consorzio ARCA, incubatore d’impresa dell’Università di Palermo: è stato infatti ammesso a finanziamento il progetto NETKITE “Cross-border NETwork to foster Knowledge-intensive business Incubation and TEchnology transfer”, valutato positivamente e ammesso alla fase di negoziazione preliminare alla firma del contratto dal Comitato di Monitoraggio Congiunto del programma ENPI CBC MED (cooperazione transfrontaliera nel Mediterraneo), per un budget complessivo di oltre 1,8 milioni di euro. ARCA è capofila del progetto che sarà realizzato in partneriato con 6 organizzazioni attive, rispettivamente, a Cipro (Diogenes business incubator), in Francia (Centre Européen d’Entrepreise et d’Innovation multipolare des Bouches-du-Rhône), in Giordania (Jordan University of Science and Technology), in Egitto (Academy of Scientific Research and Technology), in Tunisia (StartUp System Tunisie), e nei Territori Palestinesi (Palestine Ahliya University College) e con 2 enti associati (El Hassan Business Park di Amman, e Community Development and Continuing Education Institute di Bethlehem).
"Questo progetto rappresenta un’ulteriore opportunità per l’Università e per la Città di Palermo di rafforzare la collaborazione internazionale nel Mediterraneo in tema di valorizzazione della conoscenza e di formazione dei giovani all’imprenditorialità" – spiega il prof. Umberto La Commare, Presidente del Consorzio ARCA.
Come sottolinea Fabio Maria Montagnino, Direttore del Consorzio, “il progetto si inserisce nel percorso di forte internazionalizzazione delle attività di ARCA. In particolare si tratta del secondo progetto ENPI CBC MED assegnato al Consorzio ARCA in qualità di capofila, dopo STS-Med Small scale thermal solar district units for Mediterranean communities, progetto strategico finanziato per un importo pari a quasi 5 milioni di euro”.
“La proposta vuole diffondere il modello di partnership pubblico/privata, adottato da diversi incubatori di imprese ed enti di trasferimento tecnologico, tra cui la stessa ARCA – dichiara Silvana Di Bono, responsabile della progettazione europea del Consorzio ARCA - favorendo, attraverso interfacce "soft", sia il trasferimento di innovazione dai laboratori di ricerca al sistema industriale che lo scambio reciproco tra le imprese spin-off, nate dai risultati della ricerca, e le imprese più mature già operanti all'interno di cluster produttivi”.