Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

MOSTRA/Al Museo Gemmellaro si inaugura “Scienziate d’occidente due secoli di storia”

7-mar-2014

Sabato 8 marzo 2014, alle ore 10.30 Al Museo Gemmellaro, performance teatrale "Ipazia e le altre" di e con Rosalia Billeci voce recitante Rosalia Billeci, chitarra Nicola Marchese.
Nel 1997 è stata condotta una indagine dal Centro Pristem dell’Università della Bocconi di Milano che ha permesso di ricostruire una storia “invisibile” facendo emergere 55 biografie e i volti di donne di scienze, attraverso una Mostra da titolo: “Scienziate d’Occidente due secoli di storia” e successive pubblicazioni di cui l’ultima edizione di un libro-didattico ha titolo: “Scienziate nel tempo - 70 biografie”, a cura di Liliana Moro e Sara Sesti, pubblicato dall’Università delle donne di Milano nel 2010. La Mostra si occupa delle scienziate italiane, senza trascurare alcune “grandi” di altri paesi europei e si articola in cinque sezioni disciplinari: Matematica, Fisica, Chimica, Astronomia, Economia  la sesta sezione è dedicata alle scienziate insignite del premio Nobel, un’ultima sezione raccoglie, invece,  i risultati di un questionario sull’immagine che i giovani hanno oggi della scienza. E' una raccolta di biografie di scienziate, in particolare ospitiamo 2 sezioni dell'intera mostra le Matematiche e le Nobel. Le biografie mostrano come le donne amano la scienza e che questa è adatta alle donne come agli uomini. Secoli di stereotipi e pregiudizi sessisti hanno reso difficile la visibilità e il valore di queste scienziate, spesso costrette ad accettare ruoli secondari o pubblicare con pseudonimo maschile o con nome del marito, assistendo all'attribuzione di successi dei loro maestri frutto dei risultati dei lori lavori scientifici. Grazie al movimento femminista e' stato possibile restituire a queste scienziate visibilità per testimoniare alle giovani generazioni di ragazze e ragazzi una cultura più equa e rispettosa.

In costruzione...