Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

“Insegnamento e impegno sociale: con il Master è possibile”. La storia di Eliana Costa

20-mar-2017

20150605_122731-11-1140x500

27 agosto 2015. Eliana Costa, 44 anni e una laurea in Lingue e Letterature straniere moderne, ha sempre desiderato di poter insegnare. Ma ha anche trascorso molto tempo impegnata in attività sociali. Conoscendo per caso l’offerta del Master di II livello in Teoria, progettazione e didattica dell’italiano come lingua seconda e straniera ha capito che le sue due passioni potevano coniugarsi. E sa già cosa vorrà fare appena concluso il percorso formativo: coprire il ruolo di facilitatore linguistico.

———————————————————————

Mi chiamo Eliana Costa, ho 44 anni e vivo a Palermo. Il mio percorso di studi è iniziato con una laurea in Lingue e Letterature Straniere Moderne, indirizzo europeo. Poi, per caso, ho conosciuto il del Master e ho pensato di ricominciare a studiare. Volevo far parte di qualcosa e ho capito che questo percorso formativo era fatto per me, adatto alle mie possibilità ma soprattutto rispondeva ad una voglia che avevo sempre avuto ma che poi, per scelte di vita diverse, avevo dovuto abbandonare. Insegnare, infatti, è sempre stato il mio desiderio e il mio impegno nel sociale, coniugato a questa passione sempre custodita dentro di me, mi ha fatto fortemente credere che l’iscrizione al master era la scelta più giusta da fare.
Cosa mi aspetto da questo percorso? Che mi insegni ad insegnare e che mi dia gli strumenti e le conoscenze necessarie affinché possa operare all’interno delle classi plurilingue. E sono felice di vedere come ogni cosa – lezioni, studio individuale e di gruppo – stia pian piano configurandosi verso la sua ragion d’essere: insegnare la lingua italiana.
A conclusione del percorso di studi, il mio obiettivo è quello di continuare a lavorare come facilitatore linguistico ed adoperarmi per sostenere l’incontro ed il confronto tra le varie culture. Per questo motivo lavorare a Palermo, una realtà multiculturale, sarebbe un buon risultato ma sono disposta anche a spostarmi.