Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Informagiovani e Itastra insieme inclusione giovani migranti

15-set-2016

Tre giovani migranti da tempo protagonisti dei percorsi di inclusione della Scuola di Lingua italiana per Stranieri dell'Università di Palermo sono partiti per un progetto di volontariato Europeo curato da Informagiovani Palermo, con l'aiuto della Scuola di Lingua italiana per Stanieri, chiamata a segnalare alcuni degli studenti migranti più valorosi e idonei a esperienze di mobilità internazionale.
Amadou Kante, Mohammed Khalifa e Kirolos Kamil Zaher Bebawy, arrivati da soli in Italia e privi di riferimenti parentali, da più di un anno frequentano i corsi di lingua italiana all'Università di Palermo raggiungendo un livello avanzato.
Oggi, metà settembre 2016, si trovano a Kambija, Tartu (Estonia) e a Lefkas (Grecia), lì acquistano familiarità con attività lavorative di tipo manuale, creativo e ricreativo. Insieme ad altri giovani europei supportano operatori locali di centri giovanili e per l'infanzia a nella realizzazione e progettazione di attività educative e ricreative rivolte a ragazzi e bambini a rischio di esclusione sociale ed economica inseriti in percorsi educativi di inclusione sociale.
Amadou, Khalifa e Kirolos acquisiscono familiarità con altre lingue e conoscono altri giovani europei, che come loro hanno scelto di aiutare chi ha bisogno. Una esperienza nuova dunque ma in stretta continuità con quanto facevano già alla Scuola di italiano dell'Università di Palermo. Anche qui aiutano altri giovani privi di qualsiasi riferimento parentale e con bassa e bassissima scolarizzazione nel loro paese ad affrontare al meglio i corsi di alfabetizzazione, a capire e raccontare storie di vita e storie di finzione all'interno dei laboratori di narrazione. Aiutano gli insegnati a fare ricerca quando è richiesto il loro intervento in qualità di mediatori linguistici".
Insomma, continuano a costruire in altre parti d'Europa esperienze di vita che avevano già avviato qui, aiutandoci aiutano ad accogliere e a non lasciare solo chi sta arrivando in queste settimane.
Info: Blog di Informagiovani http://evs-youth-empowerment.blogspot.it/2016/09/la-mia-esperienza-sve-lefkas.html