Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Incontrare Ada Lovelace. Intelligenza artificiale e questioni di genere

17-nov-2022

Giovedì 17 novembre, dalle 15.00, nell’Aula Magna del Dipartimento di Ingegneria (Campus universitario di viale delle Scienze) si tiene la manifestazione “Incontrare Ada Lovelace. Intelligenza artificiale e questioni di genere”.

Il progetto, ideato da Valeria Patera, ricorda Ada Lovelace, figlia di Lord Byron, che - nella prima metà dell’Ottocento sullo sfondo della prima Rivoluzione Industriale - intuisce la possibilità dell’intelligenza artificiale e collabora alla progettazione di una macchina multifunzione, il progenitore del computer, applicando le schede perforate in uso sui nuovi telai meccanici inventati da Jacquard.

 

Programma

15.00 Saluti istituzionali
prof. Antonino Valenza, Direttore del Dipartimento di Ingegneria 
prof.ssa Anna Granà, Delegata alle Pari Opportunità del Dipartimento di Ingegneria
prof.ssa Sabrina Mantaci, Delegata alla Terza missione del Dipartimento di Matematica e Informatica
prof.ssa Beatrice Pasciuta, Prorettrice alla Inclusione, Pari Opportunità e Politiche di Genere
prof.ssa Cinzia Cerroni, Delegata al coordinamento del COT-Centro Orientamento e Tutorato di Ateneo 

Introduce lo spettacolo e la figura di Ada Lovelace
Valeria Patera

15.30 Spettacolo teatrale
La fata matematica. Storia di Ada Lovelace, la donna che sognò il computer
scritto e diretto da Valeria Patera
con Galatea Renzi e Gianluigi Fogacci
musiche originali di Francesco Rampichini
video di Valeria Spera
tecnico luci e audio Francesco Scancarello

17.15 Tavola rotonda
Intelligenza artificiale e questioni di genere
Modera 
Anna Granà
Intervengono
Salvatore Gaglio
Maria Mannone
Simona Morini
Pietro Perconti
Davide Rocchesso
Ilenia Tinnirello

 

Evento ad ingresso libero fino ad esaurimento posti.

 

Visualizza la locandina