Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

ING-IND04 - ING-IND06 - ING-IND07 Area Aerospaziale - Descrizione

12-giu-2015

italiano inglese

 

L’Area di Ingegneria Aerospaziale è costituita da tre gruppi: Costruzioni e Strutture Aerospaziali; Fluidodinamica; Propulsione Aerospaziale.

Il gruppo di Costruzioni e Strutture Aerospaziali svolge attività di ricerca ed attività didattica sulla modellazione matematica e computazionale di materiali e strutture, con attenzione particolare verso i materiali leggeri, come compositi e leghe.

La sicurezza delle strutture dipende dalla capacità di predire l’occorrenza e l’evoluzione di danneggiamenti e fratture. Questi sono fenomeni complessi, determinati dall’interazione delle proprietà dei materiali, dalle storie di carico e dalle condizioni ambientali, che spesso interagiscono attraverso scale diverse (micro-meso-macro livelli). Il gruppo di Strutture Aerospaziali ha una consolidata esperienza sulla meccanica del danneggiamento e della frattura, sulla micromeccanica, sulla modellazione micro strutturale e multiscala del danneggiamento e della frattura.

Nelle moderne strutture aerospaziali vi è interesse nella possibilità di localizzare il danneggiamento negli stadi iniziali, attraverso una rete di trasduttori capaci di interrogare la struttura ed estrarre informazione utile alla caratterizzazione del suo stato. Tali tecniche, note come Structural Health Monitoring, sono spesso attuate utilizzando materiali innovativi come i materiali piezoelettrici o magneto-elettro-elastici. Uno dei principali ambiti di ricerca del gruppo è la modellazione computazionale del comportamento di questa classse di materiali intelligenti.

I gruppi di Fluidodinamica e Propulsione lavorano sulla modellazione computazionale e sull’ottimizzazione di flussi aerodinamici esterni e di problemi di combustione interni.