Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

ING-IND/25 – Impianti chimici

17-lug-2019

Descrizione:

Il Gruppo di Impianti Chimici di Palermo (GICP) opera presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Palermo e promuove ricerche e attività didattiche nell’ambito dei temi tipici dell’ingegneria chimica e dell’industria di processo. In particolare, il gruppo promuove lo sviluppo delle metodologie di analisi e di progettazione di processi e impianti industriali basati su operazioni di trasformazione chimico-fisica e biologica della materia e finalizzati alla produzione di beni e servizi, nonché alla prevenzione e mitigazione delle modificazioni dell’habitat indotte da attività o insediamenti antropici. Le attività svolte comprendono:

lo studio dei processi e la progettazione impiantistica;

lo sviluppo di metodologie di analisi e modellazione di sistemi, apparecchiature, processi ed impianti industriali chimici, nonché l’applicazione allo sviluppo di tecnologie innovative industriali ed ambientali, alle biotecnologie;

l’analisi degli aspetti di sicurezza e di compatibilità ambientale di impianti e processi industriali basati su operazioni di trasformazione chimico-fisica della materia.

I comparti di riferimento sono quelli relativi all’industria di processo ed alle tecnologie industriali chimiche e biochimiche, petrolchimiche, farmaceutiche, alimentari, biotecnologiche, energetiche, di estrazione, trattamento e raffinazione del petrolio e del gas naturale, di salvaguardia e ripristino ambientale.

Gli ambiti di ricerca ad oggi attivi sono i seguenti:

  • Studio e modellazione di fenomeni di miscelazione in recipienti agitati. Le indagini sono state prevalentemente rivolte verso i sistemi agitati multifase (solido-liquido, gas-liquido e gas-solido-liquido) per i quali il gruppo ha sviluppato numerose tecniche di indagine innovative. Dispone inoltre di un'esperienza più trentennale nell'impiego delle tecniche della fluidodinamica computazionale (CFD) per la risoluzione di problematiche modellistiche complesse, con particolare riferimento alla simulazione dei reattori chimici e biochimici agitati.
  • Studio e modellazione di fotoreattori catalitici eterogenei. In questo settore l'attività è stata prevalentemente rivolta alla messa a punto di modelli per la distribuzione del campo radiante nei reattori fotocatalitici eterogenei.
  • Studio e modellazione di alcuni processi di dispersione di inquinanti e nubi tossiche.
  • Sviluppo di processi e reattori di transesterificazione innovativi per la produzione di biodiesel.
  • Sviluppo di fotobioreattori innovatvi e a basso costo per la crescita di microalghe.
  • Sviluppo di tecnologie di arricchimento in acidi grassi omega-3 mediante CO2 supercritico.
  • Studio e sperimentazione di processi ossidativi e di gassificazione in acqua supercritica.
  • Sperimentazione e modellazione di bioreattori e altri sistemi gas-liquido e solido liquido, anche con tecniche di fluidodinamica computazionale (CFD).
  • Indagini sperimentali e modellazione di reattori agitati privi di setti frangi-vortice.

Elenco dei principali progetti di ricerca:

  • INTEGRAQUA (PO-FEAMP) / Ente finanziatore: Regione Siciliana / Durata: 2 anni / Data di inizio: 1/2019
  • PON Biofeedstock / Ente finanziatore: MIUR/ Durata: 3 anni / Data di inizio: 7/2018

Parole chiave: Fluidodinamica computazionale, Miscelazione, processi di trasporto di materia, fotobioreattori, processi in fluidi supercritici, gassificazione, ossidazione, produzione di microalghe, combustibili da fonti rinnovabili, trattamenti speciali per rifiuti.