Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Fondo Asilo Migrazione e Integrazione (FAMI) in convenzione con il Ministero dell’Interno

21-mar-2017

itastra_logo

"La forza della lingua. Percorsi di inclusione per soggetti fragili" 

 

Il progetto si rivolge anzitutto a 3 diversi gruppi target vulnerabili: 1) donne che richiedono corsi solo femminili e donne con bambini; 2) minori stranieri non 
accompagnati (MSNA) che vivono in comunità; 3) analfabeti uomini e donne, adulti e minori. 
Si prevedono azioni rivolte a questi  destinatari e produzione di materiali di qualità. Si vuole potenziare e migliorare l’azione  delle realtà che operano nel territorio e consolidare la rete già presente per farla diventare sistema stabile. In particolare, un protocollo di intesa è stato stretto con il CPIA Palermo 1
Obiettivi principali
Favorire apprendimento dell’italiano di soggetti esclusi dal circuito formativo per la loro particolare fragilità attraverso corsi sperimentali per analfabeti (alfabetizzazione di I livello)e soggetti a bassa scolarità (alfabetizzazione di II livello) e corsi di livello A1 e A2 rivolti a categorie vulnerabili di cittadini di Paesi terzi. Costruire azioni complementari alle offerte del territorio: attività di prima inclusione linguistica MSNA nel periodo estivo(chiusura CPIA); corsi di italiano per i meno scolarizzati del CPIA Pa1 complementari e propedeutici ai percorsi ordinari. Facilitare l’inserimento nel tessuto civile, economico e sociale dei destinatari con laboratori di Formazione Civica integrati ai corsi di lingua e centrati sui servizi territoriali e su possibilità di inserimento lavorativo. 
Offrire percorsi preparatori alle certificazioni linguistiche. Migliorare la velocità e la qualità dei percorsi di apprendimento della lingua italiana 
realizzando brevi percorsi di formazione per operatori dell’accoglienza e del volontariato. Progettare strumenti didattici innovativi funzionali ai percorsi sperimentali e in essi testati e validati: materiali didattici per soggetti analfabeti e a bassa scolarità; Migliorare la rete formata da soggetti operanti per inclusione linguistica dei migranti attraverso percorsi di condivisione delle buone pratiche. Diffondere l’informazione sulle opportunità offerte dal progetto ai destinatari e comunità immigrate, mondo dell’associazionismo operante a favore dei migranti; Comunicare i presupposti, gli obiettivi, la metodologia ed i risultati raggiunti agli operatori del settore; Informare opinione pubblica su attività e origine del finanziamento ed attivare percorsi di ascolto reciproco tra comunità migrante e territorio.