Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

EVENTI/Musica, teatro, libri con "UniverCittà inFestival" per tutta l'estate

1-set-2009

Musica, teatro, libri, lezioni di gusto: l’Università di Palermo va “inFestival”. Dopo il successo dell'evento inaugurale allo Steri con la presentazione del libro di Marcello Sorgi "Edda e il comunista – L’inconfessabile passione della figlia del Duce” e la presenza di Claudio Baglioni e Giovanni Minoli, entra nel vivo “UniverCittà inFestival – My open space”, la rassegna di eventi culturali e musicali coordinata dal prorettore alle Iniziative culturali Maurizio Carta e sostenuti da Snai come main sponsor. La manifestazione animerà l’estate a Palermo con un programma articolato tra quattro dei luoghi di maggiore interesse e piacevolezza della città: gli atri dello Steri, il palazzo trecentesco che è sede istituzionale dell’Ateneo; l’Orto Botanico, giardino scientifico più antico d’Europa; il magnifico cortile dell’ex Convento dei Teatini, oggi facoltà di Giurisprudenza, e il Teatro Gregotti del campus universitario.
Il programma prevede una rassegna dedicata alla cultura degli Anni Sessanta a Palermo, si prosegue a settembre con un fitto programma di concerti, reading, lezioni di gusto, presentazioni di libri, rassegne.  “L’Ateneo di Palermo – dice il rettore Roberto Lagalla - è un tassello importante della storia, della vita quotidiana e delle ambizioni future della città di Palermo. Oggi intende sempre più concretizzare la realizzazione di un modello di università di territorio che agisca per promuovere innovazione e sviluppo, cultura e creatività, democrazia e partecipazione. Si tratta di fare in modo che i luoghi dell’Ateneo siano il più possibile vissuti non solo da soggetti istituzionali ma anche e soprattutto dall’intera città”. “Gli eventi – spiega Maurizio Carta, prorettore alle Iniziative culturali e coordinatore della rassegna estiva - coinvolgeranno sia ospiti esterni che il vasto tessuto di talenti posseduti dall’Università tra gli esperti e tra gli studenti”. “La campagna di comunicazione dell’iniziativa – spiega il prorettore alla Comunicazione Gianfranco Marrone – ha per slogan UniverCittà inFestival – My open space. Festival perché musica, teatro, performance e incontri animeranno i luoghi dell’Università che diventeranno My open space, spazi aperti in cui promuovere la cultura attraverso occasioni di incontro, riflessione e scambio in luoghi consacrati al sapere accademico in cui potere costruire la propria identità e sentirsi appartenenti alla comunità della nuova UniverCittà. "Sono onorato di poter annunciare la partnership tra Snai e l'Università di Palermo in occasione di UniverCittà in Festival – dice Francesco Ginestra, vicepresidente di Snai spa - la nostra realtà è vicina e sostiene eventi di alto interesse per la comunità, la cultura e la ricerca scientifica e, in particolare, questo appuntamento che consente di sostenere la formazione dei giovani che saranno il cardine dello sviluppo della nostra regione e del nostro Paese".