Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

EDILIZIA/Inaugurata la nuova presidenza di Farmacia nell’ex convento Martorana

15-feb-2012

È il primo tassello restaurato dell’ex convento della Martorana, la storica sede della facoltà di Architettura in via Maqueda. Qui, al secondo piano, è stata inaugurata la nuova sede della presidenza della facoltà di Farmacia, che fino a oggi era ospitata in un disagevole appartamento al piano rialzato in un condominio di via Archirafi.
Un’aula magna, una grande stanza di presidenza, altre tre aule per servizi e personale, “abbiamo ridato dignità a una struttura istituzionale – ha detto il rettore Roberto Lagalla, accanto al direttore amministrativo Antonio Valenti e al preside della facoltà, Girolamo Cirrincione – stralciando questo lavoro dal recupero complessivo del convento della Martorana, per il quale abbiamo appena ottenuto 11 milioni di finanziamento dal Cipe nell’ambito del Piano del Sud, edificio che sarà utilizzato per funzioni che individueremo in fase di programmazione”.
Sempre lo stesso strumento finanziario, il Piano del Sud (da cui sono arrivati 50 milioni dei 70 richiesti dall’Ateneo) permetterà adesso il recupero funzionale dell’area scientifica di Farmacia e dell’area scientifica di via Archirafi. Fulcro dell’intervento l’ex Consorzio agrario. “Il finanziamento, di oltre 30 milioni – ha aggiunto il rettore - ci consentirà di recuperare i tre lotti del complesso, il primo e il secondo che costituiscono l’edificio principale, e il terzo su cui avevamo già fatto interventi urgenti per renderlo utilizzabile. Il progetto è già definitivo, adesso possiamo bandire in tempi brevissimi la gara d’appalto, entro il 2015 i lavori dovranno essere completati”.
L’Università ha invece rinunciato all’acquisto di Palazzo Larderia in corso Vittorio Emanuele, per il quale era stata preventivata una spesa di 7 milioni di euro, “un’operazione sulla quale non ero d’accordo. Il recupero del convento della Martorana ci consentirà di avere gli spazi che ci servono”.