Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

DIDATTICA/I Tirocini Formativi Attivi “Transitori”

22-ott-2011

Con l’Anno Accademico 2011/12 riparte l’accesso alle abilitazioni all’insegnamento che era venuto meno con la chiusura della SISSIS. Per la scuola secondaria di primo e secondo grado, la normativa prevede il Tirocinio Formativo Attivo (TFA), un corso, della durata un anno, che abilita all’insegnamento in una specifica classe. Questi corsi sono da considerarsi “transitori” per tutti i laureati o i laureandi (si concluderanno con quelli che hanno iniziato il loro percorso accademico nell’Anno Accademico 2010/2011) che non hanno avuto modo di conseguire l’abilitazione mediante l’iscrizione alla SISSIS.
A regime, cioè per le lauree magistrali per l’insegnamento che partono nell’A.A. 2011/2012, i Tirocini Formativi Attivi faranno parte del percorso curriculare.
Il Senato Accademico dell’Università di Palermo, nella seduta del 4 ottobre, ha approvato i TFA proposti dalle Facoltà palermitane.
L’Ateneo palermitano si propone per tutte le sette classi di abilitazione previste per il primo grado e per 20 delle 27 classi di abilitazione relative al secondo livello.
“La deliberazione del Senato Accademico palermitano e la concertazione regionale affidata alla CRUS – ricorda il prof. Vito Ferro, delegato alla Didattica - ha stabilito al momento l’utenza sostenibile relativa a ciascuna classe di abilitazione per la quale il singolo Ateneo propone il TFA. L’ultima parola spetta al MIUR che, sulla base di questa dichiarazione di disponibilità, assegnerà gli effettivi posti da mettere a concorso. I TFA sono corsi a numero programmato nazionale e, pertanto aggiunge – il MIUR dovrà indicare, con apposito decreto, sia il numero dei posti assegnati per ciascun TFA sia le relative modalità di accesso”.
Il percorso nell’Ateneo di Palermo si è chiuso, oggi, con il trasferimento telematico al MIUR delle proposte. Poco prevedibili sono al momento i tempi dell’attivazione tenuto conto dei passaggi necessari (approvazione della proposta da parte del MIUR, Decreto Ministeriale sui posti e le modalità di accesso).
“L’Ateneo, comunque - precisa ancora Ferro – dopo i previsti passaggi ministeriali attiverà una campagna informativa sull’accesso ai TFA nell’Università di Palermo”.