Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Creazione di dispense e materiali didattici ad uso degli studenti

19-gen-2018

Negli Atenei è consuetudine confezionare dispense elettroniche o altro materiale didattico di ausilio e supporto ai corsi svolti dai docenti.
Molto spesso sorge la necessità di inserire in queste dispense preparate a scopo didattico parti di materiali elettronici sottoscritti in abbonamento e pertanto assoggettati ai vincoli fissati nelle licenze d’uso (ad es.: articoli o porzioni di periodici, brani o capitoli di libri, immagini, grafici, tabelle, etc.).
A seguito di opportuna negoziazione, alcuni editori hanno introdotto nei contratti specifiche clausole ad hoc che ammorbidiscono le limitazioni relative a questo tipo di diritto ed estendono in tal senso l’utilizzo dei materiali sottoscritti in abbonamento.
Per inserire porzioni di materiale sottoposto a licenza, tratto da banche dati o periodici elettronici della Biblioteca digitale, in dispense sia cartacee che elettroniche (i cosiddetti “Course packs”) da destinare all’uso didattico, occorrerà di volta in volta verificare le condizioni contrattuali previste dai contratti stipulati dall’Ateneo.
Le clausole variano da editore a editore e prevedono soluzioni differenziate che spaziano dalla necessità di cancellare la dispensa al termine del corso di studio per il quale viene utilizzata alla possibilità di mantenerla in rete, ma protetta da sistemi di accesso e di autenticazione sicuri. Pertanto è necessario verificare attentamente le clausole contrattuali specifiche indicate nelle schede informative per ciascuna delle banche dati e piattaforme di periodici elettronici sottoscritte in abbonamento dall'Ateneo.
Al di là delle specifiche clausole contrattuali, principi comuni da tenere in ogni caso sempre presenti nella preparazione di dispense in cui si faccia uso di risorse elettroniche sottoscritte in abbonamento sono:
  • destinazione esclusiva a scopi didattici
  • obbligo di citazione bibliografica della fonte utilizzata
  • finalizzazione della dispensa a singoli corsi di studio svolti in Ateneo
  • divieto di rimozione, modifica, oscuramento dei dati identificativi del documento e delle note di copyright 
Per muoversi con maggiore consapevolezza nel campo della realizzazione di materiali didattici che contengano opere tutelate dal diritto d'autore senza violare i diritti di terze parti, si consiglia ancora la lettura di queste risorse: