Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Conferenza internazionale EUROMED 2015

11-mag-2015

Lunedì 11 maggio, a Palermo avrà inizio la conferenza internazionale Euromed2015. L’evento, organizzato con cadenza biennale, raccoglie i più importanti attori che operano nel settore della dissalazione e del trattamento delle acque intorno al bacino del Mediterraneo e non solo, attirando ricercatori e stake-holders da più di 50 diversi paesi del mondo. Tale conferenza, organizzata dalla European Desalination Society (EDS) in collaborazione con l’Università di Palermo, si terrà per la prima volta in Sicilia a riconoscimento del ruolo che l’Ateneo ha avuto negli ultimi anni nel settore delle tecnologie delle acque e dell’importanza strategica che tali argomenti rivestono oggi per il territorio regionale e nazionale. La sessione di apertura di lunedì 11 Maggio, con inizio alle ore 9, ospitata dall’Università di Palermo presso le sale di Palazzo Steri-Chiaramonte, sede del Rettorato, si avvierà con i saluti della Dott.ssa Ursula Annunziata e della Prof.ssa Miriam Balaban rispettivamente Presidente e Segretario Generale della European Desalination Society, del Magnifico Rettore dell’Ateneo di Palermo Prof. Roberto Lagalla; dell’Assessore all’Energia ed ai Servizi di Pubblica Utilità Dott.ssa Vania Contrafatto; e dell’Amministratore Delegato di Siciliacque Ing. Stefano Albani. Tra gli argomenti che verranno presentati e discussi durante la conferenza, anche i risultati dei recenti progetti di ricerca finanziati dal VII Programma Quadro e dal Programma Horizon 2020 relativi allo sviluppo di nuove tecnologie per la generazione di acqua potabile ed energia da fonti non convenzionali, che hanno visto protagonista l’Università di Palermo, con il gruppo di ricerca del Dipartimento di Ingegneria Chimica, Gestionale, Informatica, Meccanica dell’Università di Palermo, composto da Giorgio Micale, Andrea Cipollina, Onofrio Scialdone, Alessandro Tamburini, Michele Tedesco, Luigi Gurreri, Adriana D’Angelo, Maurizio Bevacqua.