Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Attività di Ricerca del Dipartimento di Discipline Chirurgiche Oncologiche e Stomatologiche

31-mar-2014

Le attività di Ricerca del Dipartimento di Discipline Chirurgiche Oncologiche e Stomatologiche per l’anno 2013 sono risultate di notevole interesse scientifico sia Nazionale che Internazionale.

La Comunità Economica Europea ha provveduto al finanziamento di due Progetti PON Ricerca e Competitività 2007-2013/FESR Fondo Europeo di Sviluppo Generale:

  • PON01_01078 dal Titolo "Identificazione di biomarcatori e sviluppo di metodi diagnostici e terapeutici nel campo dell’oncologia e della biologia vascolare";
  • PON02_00643_3613586 dal Titolo "Sviluppo di tecnologie terapeutiche mirate e a ridotti effetti collaterali".

Nell’ambito dell’attività di Ricerca inerente questi Progetti sono state studiate le Cellule Staminali Tumorali (CST) del carcinoma colorettale responsabili della migrazione e dell’induzione del processo metastatico.

Un’altra parte di questi studi, maggiormente focalizzata sull’identificazione di una terapia mirata verso le CST mediante tecniche di proteomica, e stata anche oggetto di altri finanziamenti quali quelli dell‘Associazione ltaliana per la Ricerca sul Cancro (AIRC) 5xmille.

Le principali attività di Ricerca del Dipartimento si possono differenziare in base alle tematiche affrontate dai diversi settori scientifico disciplinari, che-per grandi linee-intercettano esattamente la denominazione del dipartimento, quindi le chirurgie, l’oncologia e le scienze stomatologiche.

Il Dipartimento è dotato di n. 3 laboratori di ricerca:

  1. Genetica e Oncologia Molecolare Clinica e di Target Therapy (Resp. Prof. A. Russo) e
  2. Fisiopatologia Cellulare e Molecolare (resp. Prof. G. Stassi)
  3. BIOPLAST- Laboratory of BIOlogy and regenerative medicine - PLASTic surgery (Resp. prof.ssa Adriana Cordova)

Il Dipartimento ha registrato, nella tornata PRIN 2015, il finanziamento di n. 1 PRIN (con n. 2 Unità Scientifiche in Dipartimento del SSD MED/18) la presentazione di n.1 PRIN (con docente del Dipartimento coordinatore nazionale; non finanziato, punteggio 13/15; SSD MED/50), n.4 PRIN non finanziati (con docente del Dipartimento responsabile di Unità) e diverse partecipazioni di docenti ad altre proposizioni di PRIN, una proposizione di Horizon 2020 (MED/50) e ad un progetto COST EU (BIO/13).

Come si può facilmente evincere dalla Scheda SUA-RD e dalle Schede di Riesame, il Dipartimento sta dimostrando capacità di recupero, rispetto al benchmark dei rispettivi SSD e Dipartimenti con simile tipologia.

Di seguito, si presentano in dettaglio i gruppi di ricerca dei SSD (in ordine numerico) di afferenza del dipartimento.