Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

5th Athena/WFI Proto-Consortium Meeting

17-nov-2016

L'Agenzia Spaziale Europea (ESA) ha selezionato la missione per astrofisica delle alte energie ATHENA come la seconda missione di classe ‘Large’ all'interno del suo programma scientifico Cosmic Vision (lancio previsto nel 2028). I componenti principali di ATHENA sono un un grande telescopio per raggi X ad incidenza radente  (3 m di diametro, 12 m di lunghezza focale), e due rivelatori di piano focale. Uno dei due rivelatori è il Wide Field Imager (WFI) caratterizzato da un grande campo di vista (40'x40 ') con capacità d’immagine e spettroscopica. Il WFI sarà costruito da un consorzio internazionale guidato dal Max-Planck Institute for Extraterrestrial Physics (Garching, DE).

 

Il "5th ATHENA WFI proto-consortium meeting”, che si terrà a Palermo il 25-26 gennaio 2017, riunirà i membri del consorzio internazionale per esaminare lo stato delle attività di sviluppo e per organizzare il lavoro necessario per preparare la proposta di strumento per l'ESA che dovrà essere presentata intorno alla metà del 2017.

http://www.astropa.unipa.it/5WFIConsortiumMeeting/5WFIConsortiumMeeting.html

The European Space Agency (ESA) has selected the high energy astrophysics mission ATHENA as the second 'Large class’ mission within its Cosmic Vision Science Program (launch scheduled in 2028). ATHENA will consist of a large grazing incidence X-Ray telescope (3 m diameter, 12 m focal length) with two focal plane detectors.  One of the two detectors is the Wide Field Imager (WFI) characterised by a wide field of view (40'x40') with image and spectroscopic capabilities. The WFI will be built by an international consortium led by the Max-Planck Institute for Extraterrestrial Physics (Garching, DE).

 

The 5th ATHENA WFI proto-consortium meeting, that will be held in Palermo on January 25-26 2017, will bring together the members of the international consortium to review the status of development activities and organize the work necessary to prepare the instrument proposal to ESA  which will be due in mid 2017.