Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Consegnati i diplomi della Summer school in “Scienze forensi”

2-mag-2016

Formazione di eccellenza per 23 giovani che hanno partecipato alla Summer School in Scienze Forensi. Si tratta della prima Summer School in Scienze forensi  del panorama europeo che si è svolta a Palermo che ha consentito tanto un’analitica trattazione delle problematiche medico-legali, biologiche, genetiche, chimiche, tossicologiche, farmacologiche, microbiologiche, etiche, statistiche, biostatistiche, antropologiche quanto di quelle giuridiche, grazie all’apporto didattico di operatori del diritto (giuristi, avvocati, magistrati e giudici).
Gli attestati di merito sono stati consegnato dal rettore dell’Università degli Studi di Palermo Fabrizio Micari, unitamente alla prof.ssa Elena Carra, al prof. Silvestre Buscemi, direttore del Dipartimento di “Scienze e Tecnologie Biologiche Chimiche e Farmaceutiche” (Stebicef) e all’ex rettore prof. Roberto Lagalla.
Il progetto formativo DNA & Forensic (The First Mediterranean Summer School in Forensic Science, 2015), diretto dalla prof.ssa Elena Carra del Dipartimento Stebicef, oltre a collocarsi in una prospettiva internazionale dell’Ateneo, si è proposto di offrire un valido apporto per mettere a fuoco i contorni della prova scientifica, snodo ormai cruciale di ogni vicenda criminale. La prof.ssa Elena Carra, ha riunito un team di 47 relatori di elevato prestigio contribuendo alla formazione di eccellenza per i primi 23 partecipanti ed ha offerto loro un’opportunità unica nel settore. Alcuni docenti della Summer School DNA & Forensic dell’Ateneo palermitano ed i dipendenti delle Forze dell’Ordine della Polizia Scientifica e dei Carabinieri del R.I.S. di Messina, hanno offerto il proprio contributo scientifico sul tema Criticità delle Scienze Forensi.
La scuola, in lingua Inglese, è stata articolata con cinque diversi Moduli della durata di una o due settimane ciascuno, l’intera fruizione della scuola ha comportato l’erogazione di 320 ore di lezioni teoriche, pratiche, nonché simulazioni pratiche per l’ispezione di una scena criminis; l’attività si è svolta dal 1° giugno al 21 settembre 2015 presso la sede del Cerisdi e del Dipartimento Stebicef.
“La scuola che avrà una cadenza biennale, si è avvalsa dell’attività di docenza degli accademici europei e nazionali più accreditati nella materia de qua – spiega la prof. Carra - che costituiscono un punto di riferimento per l’Autorità giudiziaria; i loro nomi sono stati recentemente accostati al caso Yara Gambirasio, Chiara Poggi, Melania Rea, Meredith Kerchel, Mauro Rostagno,  così come, i direttori del R.I.S. della Compagnia Carabinieri e della Polizia Scientifica Nazionale e del Gabinetto Provinciale di Palermo”.