Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

EUMoSIT

Europe between Mobility and Security: the challenges of illicit trades in the Mediterranean Area

 

PROGETTO

Progetto

      

 

PROJECT TEAM

Project Team

          

 

DELIVERABLES 

Deliverables

          

 

ATTIVITÀ 

Eventi

          

 

NETWORK 

Network

          

 

DIDATTICA

Insegnamento

 

 

Nell’ambito delle Jean Monnet activities 2019, l’Unione Europea ha finanziato il Centro di Eccellenza "Europe between Mobility and Security: the challenges of illicit trades in the Mediterranean Area" (EUMoSIT) presentato e cofinanziato dal Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Palermo.

Il programma Jean Monnet rientra nel più generale ERASMUS+ e si articola in varie linee di finanziamento, al cui vertice si collocano i Centers of Excellence, dedicati a ricerche e relative attività di diffusione dei risultati realizzate su temi di rilevanza europea da qualificati pool di ricercatori e di istituzioni internazionali. Per il 2019 il riconoscimento è stato conferito a ventinove progetti nel mondo, di cui solo tre in Italia.

Il Centro di Eccellenza EUMoSIT di Unipa programma le attività, nel triennio 2019-2022, di un team di esperti italiani e stranieri - con responsabile scientifico il prof. Vincenzo Militello e coordinatore il prof. Alessandro Spena - che collega attività di Università, istituzioni pubbliche e della società civile, fra cui la Città di Palermo e la Fondazione Giovanni Falcone, oltre che le Università di Oxford (con il connesso network Border criminologies), di Londra (Queen Mary) e di Barcellona.

EUMoSIT intende affrontare le complesse dinamiche delle migrazioni moderne e degli scambi commerciali nel bacino del Mediterraneo, rivolgendo l’attenzione ai traffici illeciti nelle loro molteplici declinazioni, con particolare riferimento a quelli di esseri umani, di beni culturali e di stupefacenti.

Il percorso di ricerca promosso dal Centro di Eccellenza è affiancato da attività didattiche e di diffusione dei risultati, tra cui un insegnamento nell'ambito dell'Offerta Formativa di UniPa per l'a.a. 2019/2020 su “Diritto e politiche dell’immigrazione”, cicli seminariali tematici in Italia e all’estero e una Summer School correlata alle attività del Centro in programma per il prossimo anno.

Al termine dei cicli seminariali i lavori migliori verranno inseriti nella raccolta "Seminar Proceedings and Students' papers.

  

Avvisi

IX° Seminario - venerdì 13 maggio 2022, ore 15:00 - Aula A. A. Romano - via Microsoft Teams

Venerdì 13 maggio 2022, alle ore 15.00, in Aula A.A.Romano si terrà il nono incontro del Ciclo di lezioni Jean Monnet "Mobilità e Sicurezza nel Mediterraneo: i traffici illeciti di persone e beni" e riguarderà "L'eco-mafia e il trasporto illegale di rifiuti pericolosi in Alto Mare".
L'incontro sarà coordinato dal dott. Riccardo Omodei, docente responsabile del corso.
Interverranno: Lorena Bachmaier Winter, Ordinaria di Diritto processuale penale, Universidad Complutense Madrid; Claudia Ferrari, Sostituto Procuratore della Repubblica, Tribunale di Palermo; Licia Siracusa, Associata di Diritto penale, Università di Palermo.

Summer School “The Challenges of Illicit trades in the Mediterranean Area” - dal 6 al 10 giugno 2022

Dal 6 al 10 giugno 2022, nell’ambito delle attività del Centro di Eccellenza EUMoSIT si terrà la Summer School "The Challenges of Illicit trades in the Mediterranean Area".

Il 6 giugno interverranno:
-  alle ore 9.30, nell’ambito della sessione su “Traffici illeciti nel Mediterraneo”, Valentina Favarò, ordinaria di Storia Moderna dell’ Università di Palermo; Salvatore Nicosia, professore emerito di Lingua e letteratura greca dell’Università di Palermo .
- alle ore 15.00, nell’ambito della sessione sulla “Rilevanza penale dello smuggling umanitario”, Luca Masera, associato di Diritto penale dell’Università di Brescia; Alessandro Spena, ordinario di Diritto penale dell’Università di Palermo.

Il 7 giugno interverranno:
-  alle ore 9.30, nell’ambito della sessione sul “Caso Carola Rackete” Alessandra Vella, Gip presso il Tribunale di Agrigento; Leonardo Marino, avvocato dell’Ordine di Agrigento
- alle ore 15.00, nell’ambito della sessione sul “Contrasto multilivello alla tratta di essere umani”, Vincenzo Militello, ordinario di Diritto penale dell’Università di Palermo; Alberto di Martino, ordinario di Diritto penale della Scuola Superiore Sant’Anna.

L’8 giugno interverranno:
-  alle ore 9.30, nell’ambito della sessione su “I Migranti tra il diritto di asilo e le policies di crimmigration: vittime da difendere o penalmente responsabili?”, Valsamis Mitsilegas, direttore del Centro di Giustizia penale della Queen Mary University of London; Elisa Cavasino, associata di Diritto costituzionale dell’Università di Palermo.
- alle ore 15.00, nell’ambito della sessione sul “Focus socio economico sui traffici illeciti nel Mediterraneo”, Carlo Amenta, associato in Economia e Gestione delle imprese dell’Università di Palermo; Angel J. Brandariz, Catedrático de Derecho penal, Universidade de Coruña.

Il 9 giugno interverranno:
-  alle ore 9.30, nell’ambito della sessione su “Traffici illeciti e questioni di giurisdizioni”, Micheal O’Flynn, Senior Lecturer di Diritto penale dell’Università di Glasgow; Annalisa Mangiaracina, associata di Diritto processuale penale dell’Università di Palermo.
- alle ore 15.00, nell’ambito della sessione sulle “L’attività di indagine della Procura europea”, Walter Perron, Ordinario di Diritto penale dell’Università di Freiburg; John Vervaele, ordinario di Diritto penale economico ed europeo dell’Università di Utrecht.

Il 10 giugno interverrano:
-  alle ore 9.30, nell’ambito della sessione sul “Contrasto al traffico illecito di rifiuti”, Carlo Ruga Riva, Ordinario di Diritto penale dell’Università Milano Bicocca; Licia Siracusa, associata di Diritto penale dell’Università di Palermo.
- alle ore 15.00, nell’ambito della sessione sul “Contrasto internazionale al traffico illecito di beni culturali”, Lucia Parlato, associata di Diritto processuale penale dell’Università di Palermo; Riccardo Ercole Omodei, ricercatore di Diritto penale dell’Università di Palermo.


Visualizza il programma