Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

2057 - SCIENZE DELL'ANTICHITÀ

Presentazione

Obiettivi Formativi

Obiettivi specifici: Il laureato magistrale in Scienze dell'antichità deve possedere una preparazione approfondita che gli consenta: (a) di leggere e tradurre consapevolmente i testi classici, attraverso la competenza diretta e consolidata della lingua greca e di quella latina; (b) di collocarli nel loro contesto applicando le metodologie proprie dell'analisi letteraria, delle scienze linguistico-filologiche e storico-archeologiche, vagliando in modo critico e autonomo le fonti; (c) di interpretare, anche mediante l'opportuno ricorso a conoscenze e competenze di altro ambito disciplinare, la fortuna e la ricezione dell'antico in epoca medievale, moderna e contemporanea; (d) di utilizzare con piena padronanza gli strumenti informatici relativi all'ambito umanistico e una lingua dell'Unione Europea. A tale scopo il corso di laurea magistrale consente allo studente di valorizzare le conoscenze già acquisite affinandole in senso specialistico, con un adeguato approfondimento dei contenuti e sviluppando l'attitudine all'analisi e alla ricerca, sul versante della filologia e delle letterature classiche, su quello della storia e della civiltà del Mediterraneo antico, su quello della filologia e delle letterature classiche, medievali e moderne e, infine, su quello della linguistica diacronica. La durata del corso è biennale: mentre nel primo anno lo studente può approfondire e maturare criticamente le conoscenze e le competenze di base attraverso lo studio delle discipline caratterizzanti, di ambito filologico, linguistico, letterario, storico-archeologico, nel secondo anno può completare la propria formazione in una più accentuata prospettiva interdisciplinare e impegnarsi nella stesura della dissertazione per la prova finale.

Sbocchi Occupazionali

Profilo: Esperto di filologia e storia greco-latina, di archeologia, linguisti, filologi ed editori di testi classici Funzioni: Ricerca nell'ambito della filologia e storia greco-latina; archeologia, edizione di testi classici, sia letterari sia storici. Competenze: Il laureato in Scienze dell'antichità effettua ricerche e studi sull'origine, l'evoluzione e la struttura delle lingue classiche, le relazioni fra lingue antiche dello stesso ceppo e lingue moderne (p. e. neogreco), le grammatiche ed i vocaboli, applica le conoscenze in materia linguistica per la revisione critica di testi scritti . E' in grado di ricostruire il contesto storico delle civiltà del Mediterraneo antico, effettua ricerche nell'ambito della storia politica e sociale e dell'archeologia del mondo greco e latino. Sbocchi: -Enti pubblici e privati -Istituzioni per la conservazione e la pubblicazione di manoscritti relativi ai testi classici -Istituti di ricerca - enti locali (comuni, province, regioni); - settori della promozione culturale; - case editrici - istituzioni per la conservazione e la pubblicazione di libri e manoscritti antichi relativi ai testi classici - centri di ricerca e parchi letterari; Profilo: Assistente archivista, assistente bibliotecario, assistente nella cura e conservazione dei musei e dei beni culturali Funzioni: Assistenza negli archivi, nelle biblioteche e nella cura e conservazione dei musei e dei beni culturali Competenze: Valutazione e garanzia della conservazione di archivi correnti per l'accessibilità e la fruizione pubblica. Organizzazione delle attività di promozione, mostre ed eventi. Classificazione e catalogazione di libri e materiale archeologico Sbocchi: Biblioteche pubbliche e private Archivi Fondazioni Musei Enti di formazione Profilo: Redattori di testi tecnici Funzioni: Redazione di testi tecnici relativi al mondo classico Competenze: Scrittura di manuali, guide, appendici tecniche, fogli, testi informativi e libretti di istruzione relativi al mondo classico. Sbocchi: Enti pubblici e privati, Archivi storici Aziende private Fondazioni Associazioni culturali Profilo: Ricercatori e tecnici laureati nelle scienze dell'antichità Funzioni: Ricerca nell'ambtio delle scienze dell'antichità. Competenze: Collaborazione con i docenti universitari nella progettazione e nella realizzazione delle attività didattiche e curricolari; tutoraggio per le attività di studio degli studenti; progettazione e conduzione in ambito accademico di ricerche teoriche e sperimentali finalizzate ad ampliare e ad innovare la conoscenza scientifica. Sbocchi: Università enti di ricerca pubblici e privati

Caratteristiche della Prova Finale

La prova finale consiste nella stesura di una dissertazione scritta, sotto la guida di un relatore, in cui lo studente dia prova delle competenze e delle conoscenze acquisite e dimostri la capacità di affrontare e svolgere in modo autonomo ed originale un percorso di ricerca. Il laureato di questo Corso di Studi deve mostrare sicuro possesso delle abilità di scrittura espositiva e argomentativa e pieno dominio dei mezzi espressivi, sostenuti dalla matura capacità di organizzare, rielaborare e strutturare i risultati di un percorso d'indagine. Le modalità di discussione e di valutazione in termini di votazione finale di tale elaborato sono stabilite nel Regolamento del Corso di Studi. http://www.unipa.it/scuole/s.u.p.c./Regolamenti-per-la-prova-finale/