Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

MAURIZIO ZICCARELLI

Il coefficiente di pressione laterale a riposo di sabbie pomicee.

  • Autori: Ziccarelli, M.; Valore, C.; Muscolino, S.
  • Anno di pubblicazione: 2014
  • Tipologia: Proceedings (TIPOLOGIA NON ATTIVA)
  • Parole Chiave: Sabbie, crushing dei grani, alte pressioni
  • OA Link: http://hdl.handle.net/10447/101226

Abstract

Si riportano i risultati di una ricerca sperimentale sul coefficiente di spinta a riposo K0 di sabbie pomicee ottenute artificialmente per frantumazione dal materiale naturale. Lo studio è stato condotto fino ad alte pressioni efficaci verticali (100 MPa). Per questo studio è stato utilizzato un edometro speciale strumentato con estensimetri elettrici circonferenziali e verticali per la determinazione delle tensioni orizzontali e per la valutazione delle forze d’attrito all’interfaccia sabbia-parete interna dell’edometro. La sperimentazione è stata eseguita su sabbie “asciutte” ossia con contenuto d’acqua minore dell’1% (contenuto d’acqua in ambiente controllato). Il coefficiente K0 è variabile nell’intervallo 0,25 e 0,5 fino a valori della tensione verticale efficace v di 10 MPa circa. Per valori maggiori di v e fino ai valori massimi raggiunti K0 si mantiene all’incirca costante con valori dell’ordine di 0,35-0,5. Per le sabbie sovraconsolidate K0 è legato all’indice di sovraconsolidazione OCR mediante una relazione monomia del tipo di Schmidt. I valori di K0 misurati per queste particolari sabbie, aventi doppio ordine di pori, sono simili a quelli di altre sabbie (di quarzo e carbonatiche) molto differenti per natura e costituzione mineralogica.