Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

MAURO FERRANTE

Effetti della introduzione di indicatori di esito per valutazione della performance delle direzioni aziendali in Sicilia

  • Autori: Fantaci, G.; Ferrante, M.; Pollina Addario, S.; Tavormina, E.; Marras, A.; Miceli, P.; Scondotto, S.
  • Anno di pubblicazione: 2012
  • Tipologia: Altro
  • OA Link: http://hdl.handle.net/10447/103432

Abstract

Negli ultimi anni, il Programma Nazionale Esiti ha acquisito sempre maggiore importanza, come dimostrato dal crescente accesso all’apposito sito web predisposto, nonché dallo sviluppo di programmi di collaborazione tra l’Agenas e le diverse agenzie regionali Scopo del presente contributo è quello di fare un quadro della valutazione degli interventi sanitari in Sicilia, evidenziando le specificità ed i vantaggi dell’implementazione di alcuni indicatori utilizzando le banche dati disponibili a livello regionale. Si vogliono evidenziare i risultati sinora raggiunti con riferimento alla valutazione degli interventi sanitari in Sicilia, nonché le sfide più prossime che si intendono affrontare al fine di migliorare i processi di valutazione degli interventi sanitari. A tal fine si propone un’analisi di tre indicatori, dall’anno 2010 divenuti obiettivo dei Direttori Generali, negli anni dal 2009 al 2011. L’analisi delle seppur brevi serie storiche dei suddetti indicatori mette in evidenza la rapidità di risposta avvenuta negli ultimi anni da parte delle strutture sanitarie regionali, a dimostrazione del forte impatto che può avere l’implementazione di un piano di valutazione degli interventi sanitari a livello regionale. La crescente importanza della valutazione in ambito sanitario, sul piano dell’efficace e dell’efficienza dei trattamenti chiama in causa diversi attori coinvolti a vario livello in questo processo di miglioramento continuo, il crescente interesse verso il Programma Nazionale Esiti, si scontra però con la necessità di una maggiore tempestività ed attendibilità del dato. Da questo punto di vista e, secondo un’ottica che vede il Sistema Sanitario come competenza specifica delle singole Regioni, la produzione di fonti informative e dei conseguenti risultati a livello regionale, non solo consente una maggiore tempestività nella produzione dei risultati, ma favorisce la comunicazione tra i diversi attori, finalizzata sia al miglioramento che i processi valutativi che, in ultima analisi, al miglioramento degli interventi sanitaria livello regionale.