Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

ROBERTA COGLITORE

La crisi del credere ne I Miracoli di Val Morel di Dino Buzzati

  • Autori: Coglitore, R.
  • Anno di pubblicazione: 2018
  • Tipologia: Capitolo o Saggio (Capitolo o saggio)
  • Parole Chiave: Dino Buzzati; I miracoli di Val Morel; crisis; religion
  • OA Link: http://hdl.handle.net/10447/313414

Abstract

Se è possibile ipotizzare che la tematica principale dei Miracoli di Val Morel di Dino Buzzati sia quella del credere, in realtà si tratta non soltanto dell’espressione di una fede cieca e incondizionata, ma di un allargamento della prospettiva in un credo universale, declinato in tutti i suoi aspetti, dalle verità religiose a quelle delle cronache, dalle verità della letteratura a quelle della pittura, dalle verità interiori basate sulla corporeità sensibile a quelle oggettive ricostruite in base alle documentazioni visive e verbali In particolare, Buzzati rappresenta non tanto il credere, nella sua accezione universale, quanto la crisi del credere, quel momento indecidibile in cui l’adesione alla verità è tanto più palesemente ostentata – gli ex voto sono la testimonianza del miracolo avvenuto – quanto fortemente criticata – innanzitutto attraverso un procedimento indiziario. Le diverse parti dell’opera sono utilizzate come una documentazione verbale e visiva messa al servizio dell’accertamento della verità gnoseologica oltre che religiosa. Il saggio si concentrerà sull’analisi della voce narrante delle didascalie, a metà strada tra realismo magico e letteratura folclorica, tra catalogo d’arte e raccolta di racconti brevi