Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

CLELIA BARTOLI

Introduzione. Peculiarità dell’immigrazione in Sicilia

  • Autori: Bartoli, C.
  • Anno di pubblicazione: 2010
  • Tipologia: Capitolo o Saggio (Capitolo o saggio)
  • Parole Chiave: Immigrazione, Sicilia, razzismo, migranti, donne straniere, richiedenti asilo, Sud
  • OA Link: http://hdl.handle.net/10447/44744

Abstract

Cosa accade quando, dopo un viaggio tribolato e lungo alla volta dell’Europa, terra di opulenza e diritti, si finisce in una sua periferia malandata, quale il Mezzogiorno italiano? Cosa succede a quei migranti che per scelta, per caso o per forza si ritrovano in Sicilia, regione da cui ancor oggi si emigra per cercar fortuna altrove? L’evidente differenza tra Settentrione e Meridione non è tenuta in giusto conto quando si riflette sul fenomeno dell’immigrazione in Italia. Si tralascia di osservare che se le condizioni economiche, la cultura, il tessuto sociale della regione in cui i migranti si inseriscono variano, varieranno anche i rapporti tra autoctoni e stranieri, il ruolo economico assunto dai migranti, i modi dell’integrazione e dell’esclusione. Ad esempio la Sicilia è la regione in cui percentualmente gli irregolari sono di più, eppure dove la criminalità straniera è più bassa ed anche meno forte la paura. L'articolo che introduce il volume, sulla base di dati e osservazioni, discute una serie di peculiarità dell'immigrazione nell'Isola.