Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

CLELIA BARTOLI

In cerca di una scuola adulta. Esperienze educative dalla frontiera Sud d’Europa

  • Autori: Bartoli, C.
  • Anno di pubblicazione: 2016
  • Tipologia: Articolo in rivista (Articolo in rivista)
  • Parole Chiave: Migrazione Minori stranieri non accompagnati Educazione degli adulti Educazione alle competenze di cittadinanza
  • OA Link: http://hdl.handle.net/10447/355009

Abstract

L’istruzione degli adulti in Italia attraversa una fase di profondo cambiamento, dovuta all’entrata in vigore di una nuova normativa che ne riscrive l’assetto (DPR n. 263/2012), così come alle trasformazioni sociali dovute principalmente alle recenti migrazioni. In particolare in Sicilia, i Centri provinciali per l’istruzione degli adulti (CPIA) sono stati investiti del compito di fornire una prima accoglienza educativa ai molti migranti, in gran parte adolescenti e giovani adulti, che tentano la rotta mediterranea. I CPIA si prestano così a divenire un grande laboratorio educativo, i cui risultati potrebbero essere condivisi anche con gli altri ordini scolastici. Nel presente testo verranno presi in esame tre quesiti, comuni a molteplici contesti educativi, ma che in un CPIA siciliano si pongono con estrema evidenza: come lavorare con un gruppo di studenti estremamente diversi tra di loro? Come superare l’etnocentrismo? Come innalzare il quoziente di cittadinanza? Per raccontare questo settore della pubblica istruzione ancora poco conosciuto, la parte teorica si alternerà ad alcune brevi storie tratte dal quotidiano di una scuola per adulti posta sulla frontiera europea meridionale.