Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Scienze e Tecnologie Biologiche Chimiche e Farmaceutiche

2. OFFERTA FORMATIVA

Nel triennio 2016-2019 è prevista la cessazione dal servizio di 12 PO (SSD: 1 BIO/06, 3 BIO/10, 1 BIO/11, 1 BIO/19, 2 CHIM/02, 2 CHIM/06, 2 CHIM/08, ), 2 PA (SSD BIO/11) ed 1 Ricercatore (SSD: CHIM/09). Inoltre, andranno in scadenza 8 contratti per Ricercatori TD.

La riduzione di oltre il 40% dei Prof. di prima fascia, attualmente in servizio, nel prossimo triennio produrrà una critica diminuzione del numero di docenti di riferimento, che pone degli obiettivi limiti sulla possibilità di formulare nuovi percorsi didattici e potrebbe mettere in discussione la sostenibilità dell’attuale offerta formativa erogata dal Dipartimento.

2.1 Obiettivi

Nonostante la criticità riscontrata per alcuni CdS (Laurea in Chimica, LM in Biodiversità e Biologia Ambientale, Biologia Molecolare e della Salute e Biotecnologie per l’industria e la Ricerca scientifica) sulla sostenibilità della docenza di riferimento, in coerenza col piano strategico triennale dell’Ateneo, si cercherà di incrementare il numero degli studenti immatricolati aumentando la numerosità massima degli studenti ammessi ai CdS in Scienze Biologiche e Farmacia.

Cogente risulta, al fine di migliorare la qualità della didattica erogata, la necessità di personale tecnico da adibire all’organizzazione e manutenzione dei laboratori didattici, che rappresentano una parte rilevante e qualificante di tutta l’offerta formativa erogata dal Dipartimento.

2.2 Azioni

Riordino della distribuzione dei docenti di riferimento nei corsi di studio che presentano prospetticamente delle criticità, anche in considerazione dell’apporto dei nuovi reclutamenti già operati e quelli in programmazione;

Innalzamento del numero programmato per l’accesso ai CdS in Scienze Biologiche e Farmacia, per i quali è stato già predisposta a partire dall’a.a. 2017-2018 la copertura dei docenti di riferimento

  • Il Corso di studio in Scienze Biologiche prevede di aumentare dall’aa 2017/18 il numero di immatricolati da 220 a 250.
  • Il corso di LMU in Farmacia attiverà nell’aa 2017-2018 un nuovo piano formativo al fine di renderlo funzionale alle nuove competenze professionali del Farmacista.

Resta comunque da verificare, considerata la necessità di sdoppiare i corsi, la disponibilità di aule e laboratori, considerando che quelli già disponibili al Dipartimento sono appena sufficienti allo svolgimento della didattica ad oggi erogata.

Promuovere, nei tempi e modi definiti dall’Ateneo, la progettualità interdipartimentale della didattica attraverso iniziative formative trasversali per l’istituzione di Master di II livello, “Summer School”, corsi di Specializzazione, etc., che anche attraverso la condivisione di grandi strumentazioni (es. ATeN- Center, Cladibior), possano attrarre studenti, anche da altre aree geografiche.