Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

D084 - CHEMICAL, ENVIRONMENTAL, BIOMEDICAL, HYDRAULIC AND MATERIALS ENGINEERING

Presentazione e obiettivi formativi

 

Anno Accademico

2020/2021

Titolatura

CHEMICAL, ENVIRONMENTAL, BIOMEDICAL, HYDRAULIC AND MATERIALS ENGINEERING

Eventuali curricula

Curriculum 1: Chemical, Biomedical and Materials Engineering

Curriculum 2: Hydraulic and Environmental Engineering

Sede amministrativa

Università degli Studi di Palermo – Sede di Palermo

Sedi consorziate

 

Dipartimento di Afferenza

Dipartimento di Ingegneria

Partenariato

Gdansk University of Technology (Poland)

UniversitatPolitècnica de Catalunya, Barcelona (Spain)

University of Technology Sydney (UTS) (Australia)

Basque Country University UPV/EHU, San Sebastian (Spain)

University of Sfax, Sfax (Tunisia)

University of Minho, Minho (Portugal)

University of South Brittany  (France)

Chalmers University of Technology, Gothenburg (Sweden)

KTH Royal Institute of Technology, Stockholm (Sweden)

Coordinatore

Prof. Giorgio Domenico Maria Micale

Coordinatore-vicario

 

Soggiorni di ricerca all’estero

 

Numero totale di posti banditi

9

Servizi offerti a Dottorandi

Home page Ingegneria

 

Descrizione e obiettivi formativi

Il corso di Dottorato ha l'obiettivo di formare delle figure di alto profilo professionale in grado di contribuire al progresso scientifico e tecnologico della società del XXI secolo, in cui il ruolo della generazione di conoscenza e dell'innovazione è un fattore chiave per garantire sostenibilità sociale, ambientale ed economica nei paesi di tutto il mondo.

In particolare, il corso di Dottorato si prefigge di fare acquisire ai dottori di ricerca tutte le competenze tecnico-scientifiche fondamentali per la generazione di nuova conoscenza negli ambiti di ricerca dell'Ingegneria Chimica, Ambientale, Biomedica, Idraulica e dei Materiali.

L'articolazione in due curricula consente di raggiungere un elevato livello di specializzazione nei singoli ambiti, garantendo al contempo sinergia di competenze e conoscenze, fattore chiave per affrontare con successo le sfide globali della ricerca europea per la società e la competitività industriale, in macro-aree quali (i) Health (ii) Climate, Energy and Mobility, e (iii) Food, Bioeconomy, Natural Resources, Agriculture and Environment, caratterizzate tutte da forte interdisciplinarietà e complessità.

Il carattere internazionale del Dottorato garantisce infine un percorso formativo che beneficia delle esperienze di ricerca maturate dai dottorandi in ambito internazionale e del patrimonio di conoscenze proveniente dai membri del collegio afferenti ad università estere di cinque continenti.


Sbocchi occupazionali e professionali previsti

Gli sbocchi occupazionali dei dottori di ricerca sono relativi agli ambiti dell'Ingegneria Chimica, Ambientale, Biomedica, Idraulica, e dei Materiali, in cui è richiesta una figura professionale fortemente caratterizzata da attitudine alla ricerca scientifica e/o all'innovazione tecnologica, con un'elevata capacità di gestire problematiche scientifico-tecnologiche ad elevata complessità.

In particolare, tra le possibilità occupazionali:

  • impiego presso università e istituti di ricerca nazionali ed internazionali
  • impiego nei centri di ricerca di aziende nazionali e multinazionali
  • impiego nella Pubblica Amministrazione ed in strutture sanitarie
  • impiego presso aziende ed enti, sia pubblici che privati, con funzione di coordinamento, progettazione, programmazione e gestione di attività complesse
  • attività imprenditoriali relative alla creazione di start-up innovative

 

Informazioni sulle linee di ricerca sviluppate nell'ambito del dottorato