Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Attività

Bilancio di genere Ciclo di Conferenze

L’Università degli Studi di Palermo nell’ambito delle attività del “Bilancio di genere”, organizza nel corso dell’Anno Accademico 2020-2021, un Ciclo di Conferenze in “modalità a distanza”, con cui si sviluppano con approccio multidisciplinare tre principali aree tematiche: 

  • Violenza di genere, Medicina di genere e trans-genere;
  • Bilancio di genere: la ricerca della parità e il superamento dei pregiudizi;
  • Differenza di genere nel mondo del lavoro, dello studio e della ricerca.

I 28 incontri in programma, a partire da sabato 28 novembre 2020, hanno come relatori docenti afferenti a tutti i Dipartimenti dell’Ateneo, e sono rivolti sul piano formativo a studentesse e studenti UniPa, e aperti, previa prenotazione, anche ai docenti e al personale tecnico-amministrativo e bibliotecario di Ateneo. 

La partecipazione da parte di studentesse e studenti può consentire l’attribuzione di CFU in seno alle “Ulteriori attività formative” (art 10, comma 5 lettera d, della Legge 270/2004) previste da ciascun piano di studi e secondo le modalità deliberate dai singoli Corsi di Studio. 

Le conferenze sono accessibili sulla piattaforma Microsoft Teams, e le registrazioni divulgate sul canale ufficiale YouTube di UniPa. Per accedere: 

Visualizza il Calendario delle Conferenze con i codici per accedere alle stanze su Microsoft Teams

Visualizza il videomessaggio del Rettore Fabrizio Micari rivolto alla comunità universitaria

Visualizza la locandina

Il progetto “Bilancio di genere”, seguendo le linee di indirizzo ministeriali e della CRUI-Conferenza dei Rettori delle Università italiane, promuove azioni per abbattere pregiudizi e diseguaglianze, nonché strumenti per rafforzare l’importanza della prevenzione della violenza di genere, il superamento degli stereotipi sessisti e omofobi, e il riconoscimento della parità di genere nel rispetto di tutte le diversità.

Il video si riferisce alla PRIMA prova GRAFICA e alla SECONDA prova TEST ATTITUDINALE PRATICO-PERCETTIVO la TERZA prova sarà SCRITTA-TEST A RISPOSTA MULTIPLA

Palermo Art Bonus

MECENATI DI OGGI PER L'ITALIA DI DOMANI

art_bonus

Palermo Art Bonus

 

MECENATI DI OGGI PER L'ITALIA DI DOMANI

 

locandina dell'evento

 

 

 

 

 

 

 

 

Inaugurazione della Gipsoteca del Dipartimento Culture e Società

gipsoVerrà inaugurata martedì 27 febbraio alle 17.00 la Gipsoteca del Dipartimento Culture e Società dell’Università degli Studi di Palermo (Edificio 15, 8° piano, Campus Universitario di viale delle Scienze) che raccoglie una ricca collezione di calchi in gesso di sculture antiche, voluta da Antonino Salinas, come sussidio pratico per l’insegnamento dell’archeologia.

 

 

Interverranno

Saluti

Fabrizio Micari, Rettore dell’Università degli Studi di Palermo

Maria Concetta Di Natale, Direttore del Dipartimento Culture e Società

Presentazione

Oscar Belvedere, Ordinario di Topografia antica, Dipartimento Culture e Società

Simone Rambaldi, Ricercatore Archeologia classica, Delegato alla Gipsoteca

 

La collezione comprende la serie di riduzioni di celebri statue antiche, raccolte dal Salinas per il Gabinetto di Archeologia, originariamente ubicato nel Museo di Palermo, oggi Museo Archeologico Regionale “Antonio Salinas”. Il primo nucleo di riduzioni venne ampliato ad oltre sessanta gessi di sculture antiche, divenendo la prima Gipsoteca universitaria concepita a fini didattici nel nostro Paese. La collezione vanta la presenza di due opere di grande pregio, due rarissime repliche della riproduzione miniaturizzata del fregio del Partenone e del fregio del tempio di Apollo Epicurio a Basse in Arcadia, che erano state realizzate a Londra dallo scultore scozzese John Henning nei primi decenni dell’Ottocento. La composizione comprende altri calchi particolarmente significativi: il Moscoforo dell’Acropoli di Atene, la testa dell’Athena Lemnia, una grande lekythos ateniese, l’Efebo di Subiaco, la Venere di Milo, il Giove di Otricoli e il rilievo della Nike dell’Acropoli di Atene.

Dopo la morte di Salinas, e per sua volontà, la raccolta di gessi fu trasportata nella sede storica dell’Università di Palermo, presso la Casa dei Padri Teatini di San Giuseppe; a causa del terremoto del 1940 e dei bombardamenti subiti da Palermo nel 1943, la collezione, si ridusse a circa quaranta gessi, e rimase nei locali di via Maqueda sino a che, alla fine degli anni ’60, l’ex Facoltà di Lettere e Filosofia fu trasferita nel nuovo Campus realizzato nel Parco d’Orléans, presso l’Edificio 12. Qui, per volontà del prof. Nicola Bonacasa, docente di Archeologia Classica e Direttore dell’Istituto di Archeologia (poi confluito nel Dipartimento Culture e Società), la maggior parte dei calchi fu esposta negli spazi occupati dall’Istituto. Nel corso del 2015, con il trasferimento del Dipartimento Culture e Società presso l’Edificio 15, la Gipsoteca di Antonino Salinas è stata completamente riordinata all’interno di un ambiente ad essa adibito, consentendo di recuperare anche i calchi messi a deposito, che da lungo tempo non erano più visibili.

Il nuovo allestimento è stato curato da Simone Rambaldi, ricercatore del Dipartimento Culture e Società, il quale ha ricostruito la storia della raccolta e pubblicato il catalogo dei gessi. Numerosi pezzi sono stati oggetto di un necessario intervento di manutenzione, ad opera di un team di restauratori e allievi del Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell’Università di Palermo.

 

Visualizza la locandina

Presentazione del restauro del dipinto “Il Trionfo di S.Ignazio”

IMG_2741IMG_2754IMG_2773IMG_2785 

Venerdi 15 Dicembre 2017 gli studenti del Corso di Laurea in “Conservazione e Restauro dei Beni Culturali” di Palermo (IV-V anno PFP2) hanno presentato il restauro del dipinto su tela raffigurante “Il Trionfo di Sant’Ignazio” presso l’Oratorio del Sabato, Chiesa del Gesù (Conosciuta come Casa Professa - Palermo).

In occasione sono intervenuti l’Architetto Grazia Bellardita (Presidente dell’Associazione Itinerar’s), Padre Superiore Attilio Sciortino e Padre Francesco Cultrera, il Dottore Claudio Paterna (Centro Regionale per la Progettazione e il Restauro) e il Professore Franco Palla (Coordinatore del Corso di Laurea in “Conservazione e Restauro” dei BB. CC. – Università degli Studi di Palermo) che hanno rinnovato i propri saluti e ringraziamenti.

Il Dottore Gaetano Bongiovanni, Storico dell’Arte della Soprintendenza dei Beni Culturali di Palermo, ha ricordato la forte testimonianza che rappresenta l’opera poiché essa è bozzetto preparatorio dell’affresco, oggi non più esistente, che era collocato nella navata centrale della chiesa del Gesù . In ultimo la Dottoressa Stefania Caramanna (Restauratrice - Università degli Studi di Palermo) ha evidenziato l’importanza del criterio metodologico del restauro e la studentessa Giuseppina Rinaudo (V anno PFP2) ha esposto l’intervento conservativo effettuato sul manufatto.

Evento presso il Museo di Casa Professa

L'evento si terrà venerdì 15.12.2017 presso il Museo di Casa Professa.

locandina

Seconda Conferenza Internazionale “Green Conservation of Cultural Heritage”.

Green ConservationNei giorni del 16 e 17 Novembre 2017, nelle splendide cornici dell’Istituto I.E.ME.S.T. (Istituto Mediterraneo di Scienza e Tecnologia) e dell’Orto Botanico di Palermo (Università degli Studi di Palermo), si è svolta la Seconda Conferenza Internazionale “Green Conservation of Cultural Heritage”.

 

pdf locandina

 

 

http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/MibacUnif/Comunicati/visualizza_asset.html_1339683489.html

 

Welcome week 2017

Alcune fotografie della welcome week 2017 a cui hanno partecipato alcuni studenti del corso di studi in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali.

IMG_3495 studenti studenti del corso in conservazione e restauro dei beni culturali,