Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Centro di Ateneo per la Formazione degli Insegnanti

FAQ PERCORSI FORMATIVI 30 CFU (ex art. 13 del DPCM del 4 agosto 2023)

Ascolta

Si, possono acquisire l’abilitazione in altre classi di concorso o in altri gradi di scuola, mediante il percorso universitario di formazione iniziale, conseguendo 30 CFU nell’ambito delle metodologie e tecnologie didattiche applicate alla nuova classe di concorso, fermo restando il possesso del titolo di studio idoneo per la disciplina di riferimento.

Ascolta

Sì, è possibile richiedere il riconoscimento di un numero massimo di 6 CFU. La valutazione delle richieste di riconoscimento seguirà le indicazioni presenti nel DPCM del 4 agosto 2023, Allegato B.

Ascolta

No, il bando non prevede riduzioni per candidati con disabilità pari o superiore al 66% ovvero con riconoscimento di handicap ai sensi dell’art. 3 comma 1 o 3 della L. 104/92.

Ascolta

Le attività didattiche saranno erogate interamente a distanza in modalità telematica sincrona.

Ascolta

No, i percorsi da 30 CFU (ex. Art 13 del DPCM 4 agosto 2023) non prevedono lo svolgimento di attività di tirocinio diretto e indiretto.

Ascolta

No, non sono previsti esami intermedi per le singole attività formative.

Ascolta

La prova finale si articolerà in:

  • una prova scritta: intervento di progettazione didattica innovativa, anche mediante tecnologie digitali multimediali, inerente alla disciplina o alle discipline della classe di concorso per la quale è conseguita l'abilitazione;
  • e in una lezione simulata (tema proposto dalla commissione con un anticipo di quarantotto ore, della durata massima di quarantacinque minuti, progettata anche mediante tecnologie digitali multimediali, sviluppata con didattica innovativa e accompagnata dall'illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche e metodologiche compiute in riferimento al percorso di formazione iniziale relativo alla specifica classe di concorso.

Sarà pubblicato apposito avviso relativo alle date e alla sede di svolgimento della prova finale.
Relativamente all’esame finale per le classi di concorso delle lingue straniere sarà cura della commissione giudicatrice stabilire le modalità di svolgimento dello stesso.

Ascolta

La commissione giudicatrice assegna fino a un massimo di 10 punti alla prova scritta e di 10 punti alla lezione simulata. La prova finale è superata se il candidato consegue un punteggio pari almeno a 7/10 nella prova scritta, e a 7/10 nella lezione simulata.

Ascolta

Per accedere alla prova finale sarà necessaria una percentuale minima di presenza alle attività formative pari al 70% per ogni AF (Attività Formativa).

Ascolta

Sono ammessi con riserva coloro che, avendo conseguito il titolo abilitante all'estero, abbiano presentato la relativa domanda di riconoscimento alla Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione, entro il termine per la presentazione della domanda di iscrizione. Il titolo verrà rilasciato solo nel caso di accoglimento della domanda di riconoscimento.

Ascolta

La tassa di iscrizione al percorso è fissata in 1.666 € così ripartita:

  • tassa di immatricolazione 1.500 €
  • bollo virtuale 16 €
  • tassa per la prova finale 150 €

È possibile rateizzare l’importo in due rate: prima rata di 816 € da versare all’atto dell’immatricolazione; seconda rata di 700 € con scadenza 31 maggio 2024, oltre la tassa di 150 € per la prova finale.

Ascolta

Sì, è possibile utilizzare la Carta del Docente come metodo di pagamento. Può essere usato, nei limiti della disponibilità, un solo buono per ogni rata.
Il buono deve essere generato come buono fisico e deve avere le seguenti caratteristiche:

  • ente fisico (no online)
  • Formazione e aggiornamento, Corso Post Lauream
  • Corsi aggiornamento enti accreditati/qualificati ai sensi della direttiva 170/2016.

N.B. Il buono non deve essere validato prima di avere conferma sull’effettivo avvio del percorso.

FAQ PERCORSI FORMATIVI 60 - 30 - 36

Ascolta

I 60 CFU sono dei crediti formativi universitari nelle discipline antro-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche e linguistiche e rappresentano un requisito di accesso fondamentale per i futuri concorsi a cattedra. Il percorso è organizzato per classi di concorso.

L’Ateneo di Palermo ha presentato al MUR la richiesta di attivazione per 38 classi di concorso come di seguito riportate:

A001

ARTE E IMMAGINE SC. I GR.

A011

DISCIPLINE LETTERARIE E LATINO

A012

DISCIPL LETTERARIE ISTITUTI II GR

A013

DISCIPL LETTERARIE, LATINO E GRECO

A015

DISCIPLINE SANITARIE

A017

DISEG STORIA ARTE ISTITUTI II GR

A018

FILOSOFIA E SCIENZE UMANE

A019

FILOSOFIA E STORIA

A020

FISICA

A021

GEOGRAFIA

A022

ITAL., STORIA, ED. CIVICA, GEOG. SC. I GR

A023

ITALIANO PER ALLOGLOTTI

A026

MATEMATICA

A027

MATEMATICA E FISICA

A028

MATEMATICA E SCIENZE

A030

MUSICA

A031

SCIENZE DEGLI ALIMENTI

A034

SCIENZE E TECNOLOGIE CHIMICHE

A040

TECNOLOGIE ELETTRICHE ELETTRONICHE

A041

SCIENZE E TECNOLOGIE INFORMATICHE

A042

SCIENZE E TECNOLOGIE MECCANICHE

A046

SCIENZE GIURIDICO-ECONOMICHE

A047

SCIENZE MATEMATICHE APPLICATE

A048

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE II GRADO

A049

SC. MOT. E SPORT. SC. I GR.

A050

SCIENZE NAT, CHIM E BIOLOG

A051

SCIENZE, TECNOL E TECN AGR

A052

SCIENZE, TECNOL E TECN PROD ANIMALI

A053

STORIA DELLA MUSICA

A054

STORIA DELL'ARTE

AA24

LINGUA E CULT STRANIERA (FRANCESE)

AA25

LINGUA STRANIERA (FRANCESE)

AB24

LINGUA E CULT STRANIERA (INGLESE)

AB25

LINGUA STRANIERA (INGLESE)

AC24

LINGUA E CULT STRANIERA (SPAGNOLO)

AC25

LINGUA STRANIERA (SPAGNOLO)

AD24

LINGUA E CULT STRANIERA (TEDESCO)

AD25

LINGUA STRANIERA (TEDESCO)

Ascolta

Possono accedere all’Offerta Formativa tutti coloro che sono in possesso dei seguenti requisiti:

  • Diploma di laurea di vecchio Ordinamento (o titolo equipollente o equiparato);

  • Laurea Magistrale (o titolo equipollente o equiparato) o Magistrale a ciclo unico;

  • Diploma dell’Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica di II livello (o titolo equipollente o equiparato);

  • Studenti iscritti ad un Corso di studio per il conseguimento della Laurea Magistrale;

  • Studenti iscritti ad un Corso di studio per il conseguimento della Laurea Magistrale o Magistrale a ciclo unico, l’accesso è subordinato al conseguimento di 180 CFU ed è fruito in forma aggiuntiva rispetto alle attività formative curriculari (art. 7 commi 4 e 5 - allegato 1 DPCM DEL 04/08/2023). Entro la data prevista per la prova finale di abilitazione è obbligatorio aver conseguito il titolo di studio.

In riferimento alla classe di concorso per la quale si intende conseguire l’abilitazione, tutti i titoli di studio devono soddisfare i requisiti richiesti dal Ministero. A tal proposito è possibile effettuare le dovute verifiche consultando il D.P.R. 19/2016 ed il DM 259/2017 - allegato A.


Ascolta

È prevista una prova preselettiva nel caso in cui il numero delle domande di ammissione è superiore al fabbisogno (numero posti) individuati dall’Ateneo per ogni classe di insegnamento (art. 6 c.4 D.P.C.M. del 04/08/2023).

Ascolta

 

Il percorso formativo da 60 cfu è articolato nel seguente modo:

 

  • Corsi di Area comune che comprendono insegnamenti comuni per tutte le classi di concorso (discipline pedagogiche, psico-socio-antropologiche, linguistiche, digitali e di legislazione scolastica);

 

  • Corsi di Area disciplinare che comprendono insegnamenti e metodologie didattiche caratterizzanti le singole classi di concorso;

 

  • Attività di Tirocinio Diretto (da svolgersi presso le sedi scolastiche convenzionate con l’Ateneo di Palermo sotto la guida del Tutor dei tirocinanti);

 

  • Attività di Tirocinio indiretto (da svolgersi presso l’Ateneo sotto la guida del Tutor coordinatore).

 

L’impegno per 1 credito sarà di 6 ore per il Tirocinio Diretto e di 12 ore per la presenza negli Istituti scolastici.

 

Il percorso si conclude mediante prova finale.

Contenuto dei percorsi           CFU/CFA
Discipline di area pedagogica 10
Tirocinio diretto specifico per la classe di concorso 15
Tirocinio indiretto 5
Formazione inclusiva delle persone con BES 3
Disciplina di area linguistico-digitale 3
Disciplina psico-socio-antropologiche 4
Didattica delle discipline, metodologie e tecnologie didattiche applicate alle discipline di riferimento 18
Discipline relative all’acquisizione di competenze nell’ambito della legislazione scolastica 2



Ascolta

Le attività del percorso di formazione iniziale, per gli A.A. 2023/2024 e 2024/2025, si svolgeranno in presenza e, con una percentuale massima stabilita, in modalità telematica sincrona (ai sensi dell’art. 18 bis DLgs 59/2017 - attività didattica con presenza on line di docenti e studenti contemporaneamente), in misura non superiore al 20% del totale escluse le attività di Tirocinio e Laboratorio.

Per accedere alla prova finale è obbligatoria una percentuale minima di presenza per ogni attività formativa pari al 70% (art. 7 c.7 D.P.C.M. del 04/08/2023).

Ascolta

Il riconoscimento delle attività formative e dei rispettivi crediti acquisiti nel corso degli studi universitari o accademici è possibile purché essi siano strettamente coerenti con gli obiettivi formativi del percorso di formazione iniziale. Le modalità di riconoscimento di eventuali crediti pregressi saranno precisate al momento dell’attivazione dei percorsi, come stabilito dall’allegato B del DPCM del 04 agosto 2023 “Linee Guida per il riconoscimento dei crediti”.

Ascolta

Il numero dei crediti riconosciuti non può essere superiore a 12 nel caso delle attività formative relative alle Scienze dell’Educazione, alle Didattiche Disciplinari e alle attività formative attinenti alle competenze Psico-Socio-Antropologiche e quelle Linguistiche e Digitali considerate nel loro complesso.

Nel caso delle Attività di Tirocinio Diretto e Tirocinio Indiretto il numero dei crediti riconosciuti non può essere superiore a 5.

L’individuazione deve avvenire secondo criteri di omogeneità dei contenuti con riferimento ai Settori Scientifico Disciplinari, tenendo conto degli obiettivi delle attività formative oggetto del riconoscimento e dei risultati di apprendimento degli studenti.

Il riconoscimento delle attività formative e dei rispettivi crediti formativi è ridotto in proporzione con riferimento ai percorsi formativi descritti negli allegati 2, 3, 4 e 5 del DPCM del 4 agosto 2023.

Ascolta

Nel caso dei Dottori di Ricerca e dei Dottorandi iscritti al terzo anno, i Consigli di Corso valutano le competenze trasversali e disciplinari acquisite nel percorso di Dottorato ai fini di un eventuale riconoscimento.

Ascolta

L’esame finale del percorso di formazione iniziale universitario e accademico include una prova scritta e una prova orale.

La prova scritta consiste in una sintetica analisi critica di episodi, casi, situazioni emersi durante l’attività di tirocinio svolto all’interno del percorso formativo;

La prova orale consiste in una lezione simulata della durata di 45 minuti e costituita dalla progettazione di un’attività didattica innovativa, con contenuti e metodologie coerenti con la classe di concorso.

L’esame finale è superato se il candidato consegue un punteggio pari, almeno, a 7/10 nella prova scritta e a 7/10 nella lezione simulata acquisendo l’abilitazione all’insegnamento per la relativa classe di concorso.

Ascolta

Fermo restando il possesso del titolo di studio necessario, con riferimento alla classe di concorso, sono ammessi a partecipare al concorso, per i posti comuni di docente di scuola secondaria di I e II grado e per i posti di insegnante tecnico-pratico, coloro i quali entro il 31 ottobre 2022 abbiano conseguito i 24 CFU e coloro i quali abbiano conseguito almeno 30 CFU del percorso di formazione iniziale, a condizione che 10 crediti siano stati acquisiti mediante Tirocinio Diretto.

Ascolta

La certificazione unica, ai sensi dell’ex D.M. 616/2017, può essere rilasciata fino al 31/12/2024 per tutti gli esami sostenuti entro il 31/10/2022.

Ascolta

Coloro che partecipano ai concorsi durante la fase transitoria (entro il 31 dicembre 2024) senza avere conseguito l’abilitazione all’insegnamento possono seguire i seguenti percorsi:

  • 30 CFU per i vincitori di concorso che hanno partecipato alla procedura con il requisito di almeno tre anni di servizio negli ultimi cinque anni nella scuola statale o paritaria, di cui almeno uno nella specifica classe di concorso per la quale si partecipa;

  • 30 CFU per i vincitori di concorso che hanno partecipato alla procedura con soli 30 CFU/CFA e devono completare la formazione con ulteriori 30 crediti per conseguire l’abilitazione all’insegnamento;

  • 36 CFU per i vincitori di concorso che hanno partecipato alla procedura con il titolo di accesso + 24 CFU acquisiti entro il 31 ottobre 2022.

Ascolta

Il conseguimento dell’abilitazione non costituisce titolo di idoneità, né dà alcun diritto relativamente al reclutamento in ruolo, al di fuori delle procedure concorsuali per l’accesso ai ruoli a tempo indeterminato.

Ascolta
  • I 24 CFU rappresentavano un requisito di accesso per l’ingresso nelle graduatorie GPS, nei concorsi e nel TFA sostegno senza però attribuire l’abilitazione all’insegnamento.

  • I 60 CFU non solo permettono di acquisire l’abilitazione all’insegnamento nella specifica classe di concorso ma consentono anche l’iscrizione nella prima fascia delle GPS.

Ascolta

Per il percorso da 60 cfu il DPCM del 04/08/2023 prevede un tetto massimo di 2.500 euro. Per le versioni ridotte da 30 e 36 cfu il costo scende a 2.000 euro.

Ascolta

Secondo l’art. 3 del D.M. 930/2022:

“Qualora uno dei due corsi di studio, secondo quanto disciplinato nel rispettivo regolamento didattico del corso di studio, sia a frequenza obbligatoria, è consentita l’iscrizione ad un secondo corso di studio che non presenti obblighi di frequenza. Tale disposizione non si applica relativamente ai corsi di studio per i quali la frequenza obbligatoria è prevista per le sole attività laboratoriali e di tirocinio.”

Pertanto, è consentita la doppia matricola soltanto se uno dei due corsi non richiede la frequenza obbligatoria o se uno dei due corsi prevede la sola frequenza obbligatoria per attività laboratoriali e di tirocinio.

Ascolta

Per l’anno 2024 l’Ateneo di Palermo attiverà tutti i percorsi relativi alle 38 classi di concorso per le quali ha ottenuto l’accreditamento.
L’abilitazione conseguita su una delle due classi di concorso, oggi accorpate, varrà per entrambe.
A partire dal prossimo anno i corsi saranno attivati in riferimento alle nuove classi di concorso previste dal D.M. 255 del 22 dicembre 2023.