Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

“STUDIARE MIGRANDO”: AL VIA LA SPERIMENTAZIONE DELLA NUOVA APP PER IMPARARE ITALIANO (ITASTRA/UNICEF/CNR/USR SICILIA)

19-apr-2018

 

FORMAZIONE

“STUDIARE MIGRANDO”: AL VIA LA SPERIMENTAZIONE DELLA NUOVA APP PER IMPARARE ITALIANO (ITASTRA/UNICEF/CNR/USR SICILIA)

contatti: mari.dagostino@unipa.it

Parte ad aprile la fase pilota di sperimentazione della App “Studiare Migrando”, nata dalla collaborazione tra la Scuola di Lingua italiana per Stranieri (ItaStra) dell’Ateneo palermitano e l’Istituto per le Tecnologie Didattiche del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), con il supporto del Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia (UNICEF) e il patrocinio dell’Ufficio scolastico regionale per la Sicilia (USR Sicilia).

“Studiare migrando”, come suggerisce il titolo, è rivolta a giovani migranti e rifugiati e si propone come supporto a quanti fra loro si preparano all’esame conclusivo del primo ciclo d’istruzione presso le scuole o i Centri Provinciali per l’Istruzione degli Adulti (CPIA).

La piattaforma si caratterizza per l’attenzione simultanea alla lingua e alle discipline oggetto di esame, è pensata per contesti formali e non formali ed è, infatti, fruibile attraverso smartphone, tablet e PC.

La disponibilità del corso su smartphone permette di superare limitazioni economiche e logistiche e intercetta una modalità di fruizione di contenuti ormai “naturale” per i giovani, consentendo a tutti di studiare in qualsiasi momento, in qualsiasi luogo e secondo i propri ritmi.

Durante la fase pilota il corso verrà sperimentato da circa 800 fruitori, in tutti i contesti d’uso ai quali è destinata l’applicazione (comunità, centri di accoglienza, centri di istruzione, corsi di lingua).

Ad affiancare i fruitori saranno docenti, operatori volontari delle comunità, tutori e volontari Unicef e Inter Sos che collaborano con Unicef, formati da ItaStra per la parte che riguarda l’aspetto didattico e da CNR per la parte tecnica.