Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Premiazione di Simona La Mantia

8-mar-2013

La campionessa europea indoor di salto triplo Simona La Mantia, dopo avere conquistato l’oro a Parigi, torna nella sua Palermo e nell’Università di cui è studentessa per essere premiata dal rettore Roberto Lagalla alla presenza delle autorità istituzionali e di rappresentanti del mondo dello sport.

parigi.bmpMartedì 15 marzo allo Steri  l’atleta ha ricevuto la medaglia d'oro dell’Ateneo dal Rettore e una targa dal Predide della Facoltà di Scienze Motorie. Hanno presenziato l’Assessore regionale all’Istruzione e alla Formazione Mario Centorrino, l’Assessore comunale allo Sport Alessandro Anello, l’Assessore provinciale allo Sport Michele Nasca, il consigliere nazionale della Fidal Rosolino Siculiana, il presidente provinciale del Coni, Giovanni Caramazza, il Generale Ricorsi della Guardia di Finanza, Ignazio Equizzi, presidente del Cus.  E ancora, per l’Università, il preside di Scienze motorie Giuseppe Liotta (la facoltà di cui Simona è allieva), il delegato del rettore ai rapporti con il Cus Antonio Palma, il presidente dell’Ersu Antonino Bono.
Simona La Mantia, figlia di due ex-atleti della nazionale italiana di atletica leggera (il siepista palermitano Antonino La Mantia e la mezzofondista di Brunico Monika Mutschlechner), ha ottenuto il primo importante risultato a livello internazionale nel 2003, con la medaglia d'argento agli Europei under23 a Bydgoszcz, in Polonia. Ai Mondiali indoor di Budapest nel 2004 si è classificata undicesima, agli Europei indoor di Madrid nel 2005 ottava. Il suo record personale è 14,69 metri, stabilito il 22 maggio 2005 a Palermo. Con questa misura è diventata la seconda triplista italiana, dietro la primatista nazionale Magdelin Martinez. Nel salto in lungo ha un personale di 6,48 metri. Il 4 marzo 2011 ha vinto la medaglia d'oro agli Europei indoor di Parigi con la misura di 14.60, seconda migliore prestazione italiana di tutti i tempi.