Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Meccanica, Manifatturiero, Management e Aerospaziale

26-lug-2019

 

La Sezione Meccanica, Manifatturiero, Management e Aerospaziale, il cui Coordinatore è il prof. Vincenzo Nigrelli, conta 42 docenti e ad essa afferiscono 15 Settori Scientifico-Discipinari.

Essa svolge attività di ricerca nei settori dell’Ingegneria Meccanica, Manifatturiero, del Management e dell’Ingegneria Aerospaziale.

All'interno della Sezione, svolgono le loro attività quindici Settori Scientifico-Disciplinari:

Meccanica del volo studia le prestazioni, le caratteristiche di stabilità ed il comportamento dinamico del sistema aeromobile (ala fissa e rotante). Individua gli effetti dei parametri progettuali sul comportamento del velivolo Studia gli effetti dei moti dell’aria sulla dinamica del mezzo sia in termini deterministici che stocastici. Studia le interazioni uomo macchina e gli effetti sulle caratteristiche di stabilità e controllabilità della presenza di Sistemi automatici di stabilizzazione e controllo (SAS Autopiloti etc)

Costruzioni e strutture aerospaziali. L’attività di ricerca del settore si focalizza sullo sviluppo di formulazioni e modelli originali relativi a: pannelli e gusci multistrato in composito, meccanica della frattura in materiali tradizionali e compositi innovativi, smart structures, Structural Health Monitoring, modellazione multiscala.

Fluidodinamica. Le linee di ricerca del settore si sviluppano negli ambiti della modellazione CFD di campi termo-fluidodinamici tridimensionali e fenomeni di interferenza generati da ali rotanti, del wing-flutter, dello studio di campi di moto aeroacustici.

Propulsione aerospaziale comprende le ricerche sui propulsori aeronautici subsonici e supersonici quali ad esempio il turbofan, il turbofan con postcombustione, il ramjet e le ricerche sui propulsori spaziali e missilistici quali i motori a razzo a propellente solido e liquido. La ricerca riguarda i sistemi propulsivi nel loro complesso, i singoli componenti, lo sviluppo di innovazioni specifiche riguardo alle scienze applicabili nonché lo sviluppo di innovazioni tecnologiche.

Macchine a fluido è rivolto allo studio teorico e sperimentale dei motori a combustione interna per impiego stradale, navale e stazionario, allo studio e allo sviluppo di sistemi di propulsione per veicoli ibridi e, più in generale, di impianti e sistemi energetici ad alta efficienza e ridotto impatto ambientale.

Misure meccaniche e termiche. Gli ambiti culturali del settore riuniscono l'insieme delle conoscenze e delle competenze necessarie alla definizione di metodi e procedure per la misurazione e alla progettazione, realizzazione, caratterizzazione, taratura e collaudo di sistemi di misura ed indagine sperimentale di grandezze di interesse per l'industria, l'uomo e l'ambiente.

Meccanica applicata alle macchine sviluppa metodi teorici e sperimentali, relativi all'analisi ed al progetto, in particolare funzionale, delle macchine e dei sistemi meccanici, tramite lo studio della cinematica, della statica, della dinamica, inclusi i fenomeni vibratori e tribologici, sfociando nell’applicazione tecnologica e industriale.

Progettazione meccanica e costruzione di macchine. Le tematiche di didattica e ricerca del settore riguardano l'analisi del comportamento meccanico degli elementi costruttivi delle macchine e dei materiali con cui vengono realizzati, e la progettazione di macchine e impianti, con particolare attenzione all'integrità strutturale e all'affidabilità; le attività di ricerca prevedono sia l'applicazione che lo sviluppo di metodi teorici, numerici e sperimentali di analisi e progettazione.

Disegno e metodi dell'ingegneria industriale studia i metodi e gli strumenti innovativi per concepire e sviluppare nuovi prodotti, curandone l’intero ciclo di vita. Particolare attenzione è rivolta a: metodi di progettazione, prototipazione virtuale, ottimizzazione di forma e topologica.

Tecnologie e sistemi di lavorazione è rivolto allo studio dei processi di trasformazione di materiali ed informazioni – che realizzano il ciclo di vita dei prodotti dalla loro concezione, alla produzione ed all'eventuale riciclo - utilizzando, nelle varie fasi, tecnologie e sistemi (beni strumentali) insieme a metodi e strumenti di concezione e gestione delle attività di trasformazione. Le soluzioni tecnologiche - prodotti, processi e sistemi a rete - sempre più fondate sulla ricerca, dovranno rispondere alle esigenze crescenti di competitività e sostenibilità a livello globale.

Impianti industriali meccanici svolge attività di ricerca e didattica riguardanti i criteri generali, le metodologie e le tecniche che presiedono alle diverse fasi (pianificazione, progettazione, realizzazione, gestione, esercizio, manutenzione, riconversione e dismissione) del ciclo di vita dei sistemi industriali per la produzione di beni e servizi.

Bioingegneria svolge l’attività di ricercasullo sviluppo e il trasferimento nella pratica clinica di soluzioni biomediche innovative, mirate al miglioramento della qualità di vita del paziente e della sostenibilità del servizio sanitario. Queste includono la caratterizzazione biomeccanica di tessuti nativi ed ingegnerizzati, il medical imaging e la pianificazione di interventi chirurgici, la progettazione di protesi cardiovascolari e dell’apparato muscolo-scheletrico e di dispositivi biomedici, la modellazione computazionale di sistemi fisiologici per l’identificazione di marcatori prognostici non-invasivi per la stratificazione del rischio clinico.

Ingegneria economico-gestionale. Il settore di ingegneria economico-gestionale ha come ambito di ricerca i sistemi gestionali delle imprese sia pubbliche che private, da un punto di vista strategico, finanziario, organizzativo e operativo focalizzandosi sulla loro trasformazione digitale. Particolare attenzione è rivolta ai nuovi modelli di business basati sulla logica delle piattaforme internet enables, alla gestione dell’innovazione specialmente attraverso il paradigma dell’open innovation, alla scelta delle forme di finanziamento dell’impresa e alla gestione delle operations.

Analisi numerica. Il settore Analisi Numerica, svolge ricerche metodologiche e sperimentali nell’ambito dell’approssimazione numerica multivariata di funzioni ed equazioni integro-differenziali, metodi dell’algebra lineare numerica, trovando applicazioni in molteplici tematiche dell’ingegneria. Le problematiche del calcolo scientifico, richiedenti elevate quantità di dati ed algoritmi computazionali ottimizzati, sono affrontate con l’ausilio anche di ambienti di calcolo ad alte prestazioni garantendo un buon livello di dettaglio nella modellizzazione matematica.

Statistica per la ricerca sperimentale e tecnologica svolge ricerca su problemi inerenti il miglioramento della qualità attraverso la progettazione degli esperimenti per la costruzione di modelli empirici sia in ambito sia tecnologico per sistemi fisici, che in ambito gestionale, in ambito marketing.

I gruppi di ricerca della Sezione M3A hanno continui rapporti di collaborazione con università, enti di ricerca, istituzioni e aziende esteri, nazionali e regionali.

ING-IND/03 – Meccanica del Volo

ING-IND/04 – Costruzioni e Strutture Aerospaziali

ING-IND/06 – Fluidodinamica

ING-IND/07 – Propulsione Aerospaziale

ING-IND/08 – Macchine a Fluido

ING-IND/12 – Misure Meccaniche e Termiche

ING-IND/13 – Meccanica Applicata alle Macchine

ING-IND/14 – Progettazione Meccanica e Costruzione di Macchine

ING-IND/15 – Disegno e Metodi dell'Ingegneria Industriale

ING-IND/16 – Tecnologie e Sistemi di Lavorazione

ING-IND/17 – Impianti Industriali Meccanici

ING-IND/35 – Ingegneria Economico-Gestionale

MAT/08 – Analisi Numerica

SECS-S/02 – Statistica per la Ricerca Sperimentale e Tecnologica

Parole chiave: ingegneria meccanica, manifatturiero, management, ingegneria aerospaziale, analisi numerica e statistica.