Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

La Storia del Museo di Zoologia “Doderlein” sulla rivista Nuova Museologia

2-lug-2018

Cuore essiccato di Homo sapiensPubblicato per la rivista Nuova Museologia, “Il Museo di Zoologia Doderlein di Palermo” un articolo costruito con rigore scientifico che utilizza fonti certe, presentato in una particolare forma narrativa che conduce il lettore indietro nel tempo fino al 1862, anno della istituzione della prima cattedra di Zoologia e Anatomia Comparata occupata proprio da “Pietro Doderlein”, e anno in cui l'Università di Palermo inizia a crescere e svilupparsi.

“È un articolo scevro degli schemi imposti dalle valutazioni bibliometriche – spiega la direttrice del Museo prof. Sabrina Lo Brutto - che mette un bene naturalistico accanto a quelli tradizionalmente riconosciuti di maggiore valore: i beni storico-umanistici. Per la prima volta infatti una collezione di animali si mostra accanto le collezioni dell’antico Egitto; un altro passo verso la valorizzazione di un gioiello dell'Ateneo palermitano che conserva tesori spesso ancora poco conosciuti anche dagli stessi dipendenti dell’Università. L’articolo ha infatti lo scopo di fungere da guida per il dipendente Unipa, che potrebbe, con orgoglio, essere parte attiva nella fruizione del Museo, per il semplice appassionato, per il visitatore curioso, o semplicemente per il lettore avido di conoscere di più e meglio un pezzo di storia di Palermo”.

Per la prima volta, dopo la sua riapertura del 2008, viene quindi pubblicata una ricostruzione filologica, ripercorsa per grandi linee, del Museo di Zoologia; un invito rivolto a chiunque voglia conoscere e far conoscere ciò che di più unico e raro conserva l’Università degli Studi di Palermo all’interno di uno dei suoi componenti del Sistema Museale.

Link all’articolo: https://www.nuovamuseologia.it/category/38-2018/