Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Docenti UniPa alla guida della International School of Nonequilibrium Phenomena

Il prof. Gioacchino Massimo Palma, Direttore del Dipartimento di Fisica e Chimica dell’Università degli Studi di Palermo, e il prof. Bernardo Spagnolo, docente UniPa in quiescenza, insieme alla prof.ssa Alessandra Lanzara dell'Università della California, Berkeley e del Lawrence Berkeley National Laboratory, sono stati designati direttori della International School of Nonequilibrium Phenomena dell’Ettore Majorana Foundation and Centre for Scientific Culture (EMFCSC) di Erice.

«Lo scopo della Scuola Internazionale dei Fenomeni di Non equilibrio - dichiarano i docenti - è triplice: riunire scienziati, teorici e sperimentali, interessati ai problemi impegnativi connessi con la dinamica dei sistemi fisici fuori equilibrio, classici e quantistici, nonché dei sistemi biologici e complessi; creare un forum di discussione per promuovere nuove idee in questo fertile campo di ricerca interdisciplinare; evidenziare nuove tendenze come la termodinamica quantistica, la superconduttività ad alta Tc, la dinamica quantistica nei fenomeni di non equilibrio per sviluppare computer quantistici, transizioni di fase quantistiche e topologiche e fenomeni quantistici critici in stati stazionari di non equilibrio.

La fisica del non equilibrio - spiegano - è intrinsecamente interdisciplinare e tocca molti aspetti fondamentali della vita umana, dalla formazione delle galassie nel cosmo, ai cambiamenti climatici nel nostro pianeta, ai fenomeni emergenti, alle transizioni di fase e alle reazioni chimiche, e non ultimi i principi di progettazione che consentono il funzionamento dei sistemi viventi. Inoltre, la comprensione microscopica della metastabilità e delle relative dinamiche di fuori equilibrio solleva ancora fondamentali domande. I progressi nella fisica del non equilibrio dipenderanno in molti casi dalla nostra capacità di collegare scale spaziali e temporali insieme a diverse discipline e culture scientifiche».


Le attività della Scuola, istituita nel 2019, sono state avviate - a causa dell’emergenza pandemica - nel 2022 con l’organizzazione di due corsi sui temi “1/f noise from condensed matter physics to quantum technologies” e “Understanding the recurrence of rare atmospheric events: a dynamical systems approach”. Tra le iniziative promosse, anche il recente evento pubblico dal titolo “L’Homo ex Machina nella tragedia Climatica: percorso scientifico, ludico e letterario del cambiamento climatico in Sicilia”, curato dal prof. Bernardo Spagnolo.