Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Conferenza su “Per riprendere la via di una vera innovazione”

26-ott-2015

Oggi un po’ tutti parlano (parliamo) di innovazione. Ma qual è l’innovazione che può tirar fuori l’Italia dall’attuale declino? Come possiamo tornare all’entusiasmo creativo che ha permesso al nostro Paese di progettare il primo computer portatile (con Olivetti e Tchou) e ottenere un Nobel per la Chimica (con Natta) mettendo assieme allo stesso tempo ricerca di base di punta e applicazioni tecnologiche? Quale ruolo (nuovo e diverso) possono e devono svolgere Università ed Enti di ricerca, dopo gli ultimi decenni paludosi? Come deve cambiare il rapporto tra mondo della ricerca e mondo produttivo, instaurando – nel rispetto assoluto della reciproca indipendenza – un dialogo vero? Quali devono essere i criteri per la selezione dell'innovazione?
Parlare per combattere il declino del nostro Paese è necessario. Iniziamo a creare un dialogo tra le Scienze di Base, l'Economia e l'ingegneria.
A queste domande risponderà l’incontro che si svolgerà presso il Dipartimento di Matematica e Informatica di via Archirafi 34 a Palermo, lunedì 26 ottobre 2015, secondo il seguente programma:
ore 14.30 Sulle ragioni del nostro (breve) incontro Settimo Termini, DMI, Unipa Quale innovazione? Camillo Trapani, Direttore DMI, Unipa, Fabio Mazzola, Direttore SEAS, Unipa, Fabrizio Micari, Presidente Scuola Politecnica, Unipa
ore 15.00 Che cosa intendiamo per “Società ed economia della conoscenza”? Sergio Ferrari, fondatore dell'Osservatorio sulla Innovazione Tecnologica dell'ENEA
ore 15.30 La Scienza, l'Occidente, l'Italia, il Mezzogiorno Pietro Greco, Giornalista scientifico
ore 16.00 Qualche numero (allarmante) Marco Elio Tabacchi, Direttore Scientifico INR Demopolis
ore 16.15 Discussione e progetti per il futuro.